La presenza di due piccoli fori, più profondi, distanziati di 0,5-1 cm può essere un fattore discriminante. Come riconoscere la vipera per starne alla larga, sia voi che il vostro cane: La vipera fa parte della famiglia Viperidae, sono rettili ovovivipari, quindi dalla madre nascono piccole vipere già perfettamente formate.Le vipere neonate sono dotate di veleno già attivo. La differenza più significativa risiede in un edema più importante ed esteso, dovuto essenzialmente al fatto che la vipera dal corno inocula solitamente una quantità di veleno maggiore rispetto a quella della V. Aspis (anche se in proporzione la sua tossicità è decisamente inferiore). COME RICONOSCERE IL MORSO: Il segno caratteristico è la presenza di 2 piccoli fori distanziati di 0,5-1 cm, più profondi degli altri, corrispondenti ai segni lasciati dai denti veleniferi. Il morso di vipera è caratterizzato dalla presenza di due piccoli fori distanti circa 1 cm l’uno dall’altro e, in assenza di calzettoni o pantaloni, accompagnati dalle impronte degli altri denti mascellari. CF, Partita I.V.A. Riconoscere la vipera è facile: ha una testa triangolare, diversamente alla forma ovoidale degli altri serpenti, il suo corpo è piuttosto tozzo e non supera il metro di lunghezza, rimanendo sui 75-80 cm. Come abbiamo visto assieme poc’anzi, la vipera ha un corpo leggermente tozzo ed è un animale dalle dimensioni modeste. La testa, piuttosto appiattita, possiede una forma vagamente triangolare con ben evidente la zona di passaggio tra capo e collo. Solo in rari casi alcuni esemplari arrivano a toccare gli 85 centimetri. Leggi i consigli dei nostri esperti. Punture e morsi di animali su My-personaltrainer.it: Tutti gli Articoli, i Video e gli Approfondimenti sul tema Punture e morsi di animali. La ferita si può lavare con acqua, con acqua ossigenata, o permanganato di potassio, ma non con alcool. Se malgrado le indicazioni viste fin’ora dovessimo incontrare una vipera mantenete la calma e seguite le brevi indicazioni che vi riporto qui sotto: Stiamo parlando di un caso remoto ma visto che oggi stiamo approfondendo il capitolo vipera, cerchiamo di trattarlo esaustivamente affrontando anche i comportamenti da adottare in caso di morso. Il morso della vipera italiana è facilmente distinguibile in quanto lascia dei fori provocati dalle zanne velenose. Nel caso in cui si venga morsi da un serpente bisogna, come prima cosa, accettarsi che si tratti di una vipera. Vipera Italiana, sapere come riconoscerla è utile se non necessario, non è frequente il morso mortale ma certo non è gradevole in ogni caso.Conoscere meglio questo serpente di casa nostra con la testa triangolare e a punta, il corpo tozzo ed una coda corta e rastremata, ci permetterà di goderci di più le nostre passeggiate nel verde. Prima di addentrarci nell’approfondimento di “. Gli occhi della vipera hanno la pupilla stretta e verticale come quella dei gatti.Si distingue inoltre dagli altri serpenti per i due canini ben evidenti. Molto spesso, riferiscono le ASL di molte zone d’Italia, vengono invocati interventi contro le vipere quando invece si tratta di normali serpenti, non velenosi e spesso innocui. I segni clinici generalmente comprendono: Rossore e dolore locale; Gonfiore nell’area del morso; Ecchimosi e disturbi della coagulazione; Debolezza; Tremori; Ipertermia; Sintomi neurologici; Come intervenire in caso il … Come riconoscere morso vipera Nel nostro Paese gli unici serpenti velenosi pericolosi (e in grado di provocare una sintomatologia evidente) appartengono al genere Vipera. Come riconoscere il morso di vipera. La vipera, da sempre amata e temuta, divinizzata e demonizzata dalle religioni, dai miti e dalle leggende, in Italia non è un serpente letale e spaventoso come si crede comunemente.. È un serpente riservato e, se vede un essere umano, scappa immediatamente. Quali sono i sintomi dell’avvelenamento da morso di vipera? E’ importante saper riconoscere una vipera, soprattutto poiché è elevato il rischio che possa mordere il vostro cane mentre fate una passeggiata in aree naturali. Il morso della Vipera Ammodytes ricalca sostanzialmente la sintomatologia causata dall’aspide. Come si riconosce il morso di vipera? Riconoscere i sintomi di un morso di vipera. In Italia sono presenti 23 specie di serpenti di cui solo 4 sono pericolose per l’uomo, in quanto possono procurare un morso velenoso. Solitamente in Italia la lunghezza del rettile è compresa tra 70 centimetri e il metro. La testa è più larga rispetto al corpo; il muso è leggermente rivolto all’insù e gli occhi sono piccoli. In bocca si trovano i due grossi denti veleniferi, molto appuntiti, dotati di un canale in comunicazione con la ghiandola del veleno, che permette dopo la sua spremitura, che l’animale effettua volontariamente, di inoculare il veleno nei tessuti della vittima. Il morso di vipera non è mortale, basta semplicemente recarsi il prima possibile al pronto soccorso più vicino. In Piemonte, Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna abita la vipera pal… Cane morso vipera – Il veleno della vipera è neurotossico. Nella figura, a sinistra il morso di un serpente comune e a destra quello di una vipera. Mettiamo in sicurezza la persona che ha subito il morso e procediamo nel seguente modo: Qualche consiglio utile per conoscere, riconoscere ed evitare il morso della vipera. evitare di prendere sassi da terra senza prima essersi accertati dell’assenza dell’animale; per nessun motivo infilare le mani tra i sassi (muretti a secco, massicciate, pareti); evitare di camminare con pantaloni corti in condizioni di erba alta e sassi; evitare di muoversi al di fuori dei sentieri battuti; evitare di camminare in zone assolate con i vostri cani nelle ore centrali del giorno. In caso di morso di vipera, sulla pelle sono ben evidenti due forellini distanziati di circa 6-8 mm, da cui fuoriesce sangue misto a siero, circondati da un alone rosso. COME DEVO COMPORTARMI SE AVVISTO UNA VIPERA? In Trentino Alto Adige si può trovare la vipera cornuta(vipera ammodytes) 2. Talvolta, infatti, il morso presenta anche altri segni, oltre ai fori dei denti veleniferi. Come quasi tutti gli esemplari di vipere, si riconosce per via della striscia a zig zag che attraversa tutto il corpo e ha un colore che può andare dal verde al marrone al nero. Oltre alla Vipera aspis , detta vipera comune, in Italia esistono altre quattro specie riconosciute di vipera, l’ultima scoperta solo di recente. Quest’animale è attivo da aprile ad ottobre; è un animale che alterna l’attività estiva al ciclo di latenza invernale. Perciò, se non siete in grado di riconoscere a prima vista i serpenti, l'unico modo per poter distinguere se è stata una Vipera a mordervi, è il dolore prolungato e locale. RICONOSCERE UNA VIPERA Per difendersi dal morso di vipera, importante è saperla riconoscere bene in base alla sue caratteristiche morfologiche, per non confonderla con altri rettili non velenosi. COME COMPORTARSI IN CASO DI MORSO DI VIPERA? Molto spesso, riferiscono le ASL di molte zone d’Italia, vengono invocati interventi contro le vipere quando invece si tratta di normali serpenti, non velenosi e spesso innocui. Il morso si riconosce per due segni profondi e distanti tra di loro 6-8 millimetri che continuano a produrre sierosità. Le vipere hanno un corpo tozzo, una coda corta e tronca, in genere 1/8 della sua lunghezza. Morso di vipera: come riconoscerlo. Come abbiamo visto assieme poc’anzi, la vipera ha un corpo leggermente tozzo ed è un animale dalle dimensioni modeste. Il segno caratteristico è la presenza di due fori distanziati di 0,5 -1 cm, corrispondenti ai due denti anteriori con cui la vipera inietta il veleno. Il … Per qualsiasi domanda o chiarimento su questo od altri articoli contattami qui sul sito od in privato. Precedente Successivo. In genere sono presenti due file di squame tra l’orbita e le squame labiali. Distinzione Morso da Vipera nel Cane [Aggiornamento al 08/07/2020] Il morso da Vipera è una situazione non frequente ma drammatica e di difficile gestione. Sono evidenti poiché sono più profondi di quelli lasciati dal morso secco. La VIPERA quindi, rispetto agli altri serpenti italiani, ha delle particolarità moto evidenti anche ad uno sguardo veloce. È possibile comunque riconoscere il morso di vipera, in base all’immagine seguente. Per riconoscere il morso di vipera bisogna osservare la profondità dei segni lasciati dall’animale. Come riconoscere una vipera. Come distinguerlo da quello di un serpente non velenoso? Il morso si riconosce per due segni profondi e distanti tra di loro 6-8 millimetri che continuano a produrre sierosità. morso di vipera Il morso di vipera colpisce generalmente gli arti superiori e inferiori ma anche parti più delicate come collo e testa. come riconoscere il morso Il segno caratteristico è la presenza di 2 piccoli fori distanziati di 0,5-1 cm, più profondi degli altri, corrispondenti ai segni lasciati dai denti veleniferi. La vipera non sempre inocula il veleno (in almeno il 30 per cento dei casi il suo morso è “secco”) e , non sempre la dose iniettata è causa di sintomi gravi e comunque quasi mai mortali. COME RICONOSCERE UNA VIPERA: è importante saper riconoscere bene una vipera in base alle sue caratteristiche morfologiche, ... COSA FARE IN CASO DI MORSO DI VIPERA Se si è morsi… Talvolta il morso può presentare anche altri segni: oltre ai fori dei denti veleniferi, infatti, può essere presente il segno lasciato dagli altri denti, molto meno profondo ed evidente. Vipera: come riconoscerla, evitarla e cosa fare in caso di morso Redazione - Il Faro 24 23 Agosto 2017 Abruzzo , Attualità La vipera è l’unico animale velenoso presente in Italia e, durante un escursione in montagna, non è poi così raro imbatterci. Vediamo di capire come distinguerle dalle normali bisce e cosa fare in caso di morso velenoso. Di solito è mortale per prede piccole come topi, uccellini o lucertole. COME RICONOSCERE UNA VIPERA? Per farlo è utile sapere come appare la zona in cui è stato ricevuto il morso, per riconoscerlo da morsi di serpenti innocui: la vipera, infatti, è l’unico serpente velenoso presente sul territorio italiano. Talvolta, infatti, il morso presenta anche altri segni, oltre ai … 1. La lunghezza del rettile è compresa tra 70 e 80 cm. Il veleno produce segni e sintomi locali che compaiono entro pochi minuti: gonfiore, eritema, intenso dolore locale, ecchimosi; il gonfiore ha un andamento verso la radice dell’arto interessato dal morso. La più diffusa, da nord a sud Italia, è la vipera comune (vipera aspis), ma in aree specifiche possono esserci specie diverse: 1. cercate di non disturbare ulteriormente l’animale; allontanarsi senza creare allarmismi e se sopraggiungono persone (a maggior ragione se con bambini al seguito o con cani) informarli dell’incontro; se necessario allontanarsi di qualche metro e percuotere il terreno per farla allontanare. testa triangolare e ben distinta dal corpo; occhi con pupille verticali (simili a quelle dei gatti); corpo tozzo non troppo lungo (raramente superano gli 80 cm); coda corta con brusco restringimento finale. Giulio Nicetto – escursioni e trekking International Mountain Leader Accompagnatore di Media Montagna Collegio Guide Alpine Veneto, CF: NCTGLI82R25L840D P. IVA: 04133130247 Sede: Via Murano, 20. La vipera vive sia in pianura che in montagna; preferisce boscaglie, arbusteti, zone rocciose, ruderi e pietraie. I sintomi più comuni del morso di vipera sono vertigini, mal di testa, tachicardia e improvviso abbassamento della temperatura Accedi Iscriviti alla Newsletter Come riconoscerlo. di Milano: 1524326 | Capitale sociale 270.000.000,00 | P.IVA 12086540155 | ISSN 2499-0485, Che cosa fare (e non fare) in caso di morso di vipera, News e ultime notizie oggi da Italia e Mondo. Infatti non è ancora riuscita ad accumulare abbastanza calore ed energie; ciò comporta che se la incontriamo sarà più propensa a difendersi, attaccando, che a scappare. Questo rettile possiede due grandi denti veleniferi posti nell’arcata superiore, ognuno dei quali seguito da una fila di denti più piccoli: sulla cute saranno dunque evidenti due fori piuttosto profondi, distanziati tra loro di 0,5-1 cm. Morde solo se si sente minacciata e non ha modo di scappare o quando viene calpestata. La vipera quando si allontana è abbastanza lenta e a volte si riesce a distinguere la sua coda tronca. Il segno caratteristico è la presenza di due fori distanziati di 0,5 -1 cm, corrispondenti ai due denti anteriori con cui la vipera inietta il veleno. Con il termine vipera si identificano diversi serpenti velenosi, appartenenti alla famiglia delle Viperidae, caratterizzati da morsi velenosi che provocano nelle vittime tumefazioni, stati di immobilità, intossicazione e, nei casi più gravi, alla morte. È utile fasciare l’area con una garza o una medicazione compressiva, esercitando una certa pressione ma senza stringere troppo. Nel caso dell’uomo la morte è un evento più raro, anche se il morso può provocare gravi conseguenze. Questi sono lasciati dagli altri denti. Tuttavia, il morso di vipera incute sempre terrore pur provocando lo stesso dolore del morso di ragno. Partendo dal principio che il veleno è necessario all'animale per la propria sopravvivenza, egli ne inocula una quantità minima (circa il 4-7%) atta alla caccia o alla difesa. La vipera è l’unico serprente pericoloso presente in Italia: per questo è importante imparare a riconoscerla in modo da tenersi adeguatamente alla larga.Va però precisato che il morso della vipera è molto meno pericoloso di quello che pensiamo: è infatti fatale solamente nello 0,1% dei casi. Sono evidenti poiché sono più profondi di quelli lasciati dal morso secco. Le 5 regole di base per un escursione in sicurezza, Zaino da trekking: le 5 cose che non devono mancare, Calendario ciaspolate invernali 2020/2021. 2. Come per gli avvelenamenti, è una condizione di emergenza che necessita di intervento immediato. Come riconoscerlo? Questi due buchi più profondi corrispondono ai segni lasciati dai denti veleniferi. e iscrizione al Registro delle Imprese di Milano n.12086540155 | R.E.A. Vipera Berus (o marasso) Il marasso ha un corpo abbastanza grosso e può misurare fino ad un massimo di 80 cm di lunghezza. In montagna, ma anche in collina, può capitare di venire morsi da una vipera. Le vipere sono gli unici serpenti velenosi in Italia e raramente colpiscono l’uomo. Se ci ha morso sugli arti superiori, rimuovere eventuali anelli o bracciali, che in caso di gonfiore potrebbero rimanere incastrati. Morso di vipera: come riconoscerlo. BUONE REGOLE DA ADOTTARE PER PREVENIRE IL MORSO DELLA VIPERA. Come si riconosce il morso di vipera? Dolore localizzato, ecchimosi fino a nausea, vomito, abbassamento della pressione sono i … In Italia ci sono molte specie di ofidi (serpenti), ma sono solo le vipere (viperidae o viperidi) che hanno la caratteristica di inoculare veleno durante un morso. Il segno distintivo di un morso di vipera è la presenza di 2 piccoli fori distanziati di 0,5-1 cm. La guida fornisce informazioni dettagliate su come riconoscere il morso della vipera da quello di un altro serpente non velenoso. Cane morso vipera: il veleno. 3.0 – Come riconoscere il suo morso: Se tu dovessi dimenticare le caratteristiche estetiche della Vipera sappi che potrai riconoscerla anche dal morso che lascia: Il suo morso infatti si presenta con due punti rossi di dimensione maggiore rispetto agli altri e distanziati di circa 1 centimetro, allora sei di fronte ad un morso di vipera: come riconoscere il morso di vipera Il morso di vipera si riconosce abbastanza facilmente da quello di una comune biscia. È possibile comunque riconoscere il morso di vipera, in base all’immagine seguente. Ben presto, la zona colpita diviene bluastra, molto gonfia e … Cercherò ora di condividere con voi quelle che sono delle buone regole da adottare nelle nostre escursioni in montagna per evitare di essere morsi dalla vipera. Le vipere sono contraddistinte da un corpo tozzo, con una coda corta e tronca. dalle 5 alle 8: con temperatura del terreno di 12°C il 30-80% degli esemplari sono all’aperto; dalle 8 alle 13: con una temperatura di 21-34°C il 90-100% degli esemplari sono all’aperto; dalle 13 alle 19: il 12% degli esemplari sono all’aperto; dalle 19 alle 20: il 30% degli esemplari sono all’aperto se la temperatura è di 16-18°C; dalle 20 alle 5: se la temperatura media supera i 15°C rimane all’aperto solo il 15% degli esemplari. La letteratura identifica una mortalità dello 0,1% delle persone vittime di morso di vipera e spesso per anafilassi e non per gli effetti del veleno in sé. Rispetto a tutto il periodo dell’anno, quello tardo primaverile è il momento in cui la vipera è più pericolosa: essendo un animale eterotermo in ambiente si muove ancora lentamente. Il morso di vipera può essere molto pericoloso per il cane e in alcuni casi si rischia addirittura la morte dell’animale: molto dipende dalla capacità di saper riconoscere tempestivamente il tipo di serpente, per agire in maniera rapida e veloce con le giuste tecniche di primo soccorso.