[ 40 ] In Portogallo a Tomar vi è il grande complesso templare con castello e chiesa, detta la Rotunda o Charola, costruita nella seconda metà del dodicesimo secolo dai Templari. [ 29 ] G. Bordonove La vita quotidiana dei Templari nel XIII secolo pag. [ 7 ] All’ epoca, i Templari ancora erano in Terra Santa. Ricordiamo fino alla noia che il 12, nella numerologia, si riporta al 3 e non e’ un caso, forse, che le 12 provincie si riportino al numero 3 come le 3 Province d’ Oriente. pag. Si nota nel bassorilievo la simbologia del numero Tre codificato nell’Albero della Vita. cit. ESISTENZA. Che l’intera simbologia derivi dall’Egitto e dai faraoni risulta dal termine egizio per “Giza“, chiamata in lingua originale “Rostau” che significa letteralmente “Rosacroce” (Ros é la Rosa – Tau é la croce), Geometria Pitagorica II Irrazionali Geometrici, Geometria Pitagorica III Poliedri Platonici, Geometria Pitagorica IV Poliedri Archimedei, Il linguaggio dei numeri delle cattedrali gotiche, Maestri d'Opera- Simbolismo architettonico, Wouivre - San Michele e il Drago - La Vergine Nera, Templari Re Salomone Le Pietre delle Stelle, Il mistero della flotta atlantica templare, Cappella templare Montsaunès I - La Pietra, Cappella templare Montsaunès II - Affreschi Pareti, Cappella templare Montsaunès III - Il Mistero Templare, I Templari e la Leggenda di Artù in Italia, La missione di N. Roerich in Asia Centrale, Enea e la migrazione di un popolo - Le Cicogne Troiane, Lez. pag. Tre le Marie. All’articolo 17 si legge: “Se un fratello del Tempio ha ottenuto la carica di Priore e di Prefetto, deve provvedere a strutturare nella maniera più consona all’incarico la sua casa, I Maestri Comacini sono citati in un testo scritto per la prima volta nel I secolo, una lettera di Plinio Cecilio detto Plinio il Giovane, L’opera dei Comacini proseguì nel periodo con la stretta collaborazione dei Cistercensi e dei Templari. Il cavallo è assunto a simbolo dell’intelligenza terrena, che l’uomo deve governare, come il cavaliere guida il suo animale. cit. cit. Le parole sono un insieme di lettere; nell’ alfabeto ebraico, ogni lettera possiede un valore numerico. Il portale dell’ossario templare di Mödling è decorato con un motivo continuo con due fiori di Lys opposti tra loro. Ananda Coomaraswamy afferma che ogni simbolo porta con sé molteplici significati, perché è costruito sulla Legge di Corrispondenza e Analogia che lega fra loro tutti i mondi o tutti gli stati di esistenza. Tra gli oggetti confiscati nel presidio templare di Parigi, era stato trovato un reliquario, una grande testa d’argento bellissima a forma di, I Rosacroce nascono probabilmente attorno al 1200. 435 [ 42 ] Miranda Bruce-Mitford op. 14 I simboli del femminile sono il cerchio e tutte le forme e gli andamenti sinuosi, ruotanti, tondeggianti. pag. Infatti, come afferma la Mitford, il numero 1 rappresenta sia Dio che l’ Individuo. Nel libro di Burman incontriamo il numero 12 citato diverse volte. A Lucca troviamo due gruppi di quattro colonne annodate del duomo di San Martino, nella chiesa di San Michele in Foro, e nel fonte battesimale in San Frediano costituita da una vasca circolare, con una grande tazza interna sostenuta da un pilastro e coronata da un coperchio sorretto con sei colonnine e stranamente cinque sono lisce e una formata da sei colonnine è annodata. Edward Burman I Templari Convivio Poiche’ i due autori suddetti riferirono fatti avvenuti tra circa 50 e 100 anni prima, e’ evidente che costoro raccontarono fatti non vissuti in prima persona ma riferiti da altri. Il filone esoterico che caratterizzò il papato di Giovanni Battista Cybo, Innocenzo VIII, si fece ulteriormente palese con i suoi discendenti ed in particolare con Alberico Cybo, principe di Massa, al quale fu concesso anche di battere moneta. In ebraico, il cavallo di sella si dice “פ ר ש” “parash”, parola che significa anche spiegare, definire, dare l’intelligenza. Nel Medioevo, fu quasi obbligo, proprio per la quasi totale analfabetizzazione dei fedeli, usare simboli. Beatrice per Dante un Fedele d’Amore rappresentava la sua parte spirituale, l’Anima. Le lettere sono quindi trasformate in numeri le cui cifre vengono sommate per dare, come risultato, un numero con una unica cifra. [ 1 ] pagg. [ 38 ] cit. I Templi gotici hanno spesso dei riferimenti a una testa mistica, staccata di netto dal busto come ad esempio a St. Denis, la testa del santo. A Utelle nel retroterra di Nizza, nel centro storico su un architrave che porta il generico nome di “lastra del serpente”. Il connubio aquila inteso come uccello del sole e leone inteso come animale del sole simboleggia la resurrezione: difatti il sole tramonta la sera per poi sorgere nuovamente il mattino. Atienz afferma che la Numerologia ci offre alcune chiavi che indichino, a chi sappia leggerle, come realizzarci in un concetto divino e superiore nell’ armonia dell’ Universo. William Henry Matthews, che cominciò a interessarsi di labirinti, aveva documentato anche un’altissima frequenza nell’associazione del labirinto con il nome “Troia” nelle isole britanniche (Troy, Droia), in Scandinavia (Troja, Trö, Tarha) e in Etruria (Truia). . Il 12 non e’ contemplato nella Kabala. I piu’ importante sono Yesifrah (Libro della Creazione) e Zohar (Libro dello Splendore), opera esoterica scritta nel II sec. Il 10 e’ la Via del Regno e rappresenta il Nome Divino ADNI, Adonai. La testa mozzata o separata dal corpo è un motivo dell’esoterismo templare e si trova rappresentata o custodita nelle cattedrali gotiche. Il fonte battesimale a vasca ha subito una scalpellazione dovuta alla, San Michele, San Giorgio, San Martino, sono rappresentati a cavallo. Nella Kabala, il 3 rappresenta l’ Intendimento (inteso come Comprensione). Il diametro del cerchio con il cavaliere è uguale alla diagonale del quadrato. L’ 1 Interessante notare che, identificando il Golgota come una sfera, la croce su di essa configura lo stemma, secondo Laurence Gardner, dei Re Cainiti, cioè la croce sopra il cerchio, il Re del Mondo, la “RosiCrucis”, spesso rilevabile in dipinti ed opere alchemiche. E’ piu’ che provato che, passando le notizie di mano in mano e da bocca in bocca, molte informazioni si perdano o, in buona fede, vengano distorte. Questa e’ la nostra fedele traduzione in Italiano: cit. La terza Sephirah e’ la Triade. II Serpente di bronzo messo su un’asta da Mosè adorato come un dio dagli Israeliti era un. 32 Poiche’ la nostra non vuole essere una trattazione sulla Kabala, passiamo direttamente al numero 9. Pensiamo per esempio agli amuleti o ai talismani che vengono utilizzati ancor oggi e che fungono da portafortuna (i primi) e da protettori (i seco… 58 Attraverso essa gli iniziati possono comprendere il messaggio occulto delle parole e, di conseguenza, avvicinarsi alla conoscenza di Dio attraverso le emanazioni della sua Luce, chiamate Sephirot (al singolare: Sephirah). Il Drago che normalmente collegato a San Giorgio e a san Michele, a Lucca è collegato mistericamente anche a San Martino. Concentrandosi nella sede dell’anima ed attirando nella testa la forza latente alla base della colonna vertebrale l’individuo risveglia correttamente il drago Kundalini. È la liberazione della volontà da ogni schiavitù della forma e dai legami della terra. Occorre sapere che una scritta misterica ha più livelli d’interpretazione. Il tabaro mostrava una croce rossa su uno sfondo bianco. I Templari come ogni altra istituzione misterica utilizzarono il linguaggio dei simboli, che è una lingua ieratica. Nel Duomo di Barga sulla transenna dove si appoggia il pulpito, si possono ammirare teste maschili femminili, si possono ammirare anche delle acquasantiere ornate di quattro teste poste originalmente nelle quattro direzioni di personaggi immersi in meditazione. [ 32 ] Miranda Bruce-Mitford op. pagg. I Templari di Lucca vollero far lasciare dagli scalpellini comacini la raffigurazione di Salomone quale Primo Maestro Costruttore del Tempio spirituale, raffigurazione che si trova in tutti i templi gotici. Nella tradizione, i due solstizi, separati da sei settori zodiacali, sono associati ai due S. Giovanni. E se Dio esisteva come Trinita’, bisognava supporre che anche nelle sue creature si dovesse manifestare la configurazione ternaria. Il sigillo più famoso del Gran Maestro Pierre de Montaigu, mostra sul fronte due cavalieri su un unico cavallo e sul retro il Tempio di Salomone. Nel Cristianesimo, il 10 compare nei 10 comandamenti e nella parabola delle 10 vergini, delle 10 lampade e dei dieci talenti. 150 [ 43 ] 11, 13, 17, 32 Infine, i cavalieri portavano scudi lunghi con una croce rossa dipinta su di loro. cit. Piu’ sopra avevamo detto che, studiando il libro di Vitry, avevamo notato che il numero citato con piu’ frequenza e’ il 9, seguito dal 2, dal 3 e dal 12, non citato espressamente ma dato come somma delle cifre che compongono l’ anno 1128 (1+1+2+8 = 12). Il 9 lo ritroviamo anche in altre occasioni e in tempi successivi. [ 36 ] Miranda Bruce-Mitford op. [ 17 ] [ 5 ] Jacques de Vitry Historia de las cruzadas pag. L’Abacus porta in cima la croce templare in un cerchio. Nella simbologia templare l’ 1 e’ usato solo per l’ arrivo di Ugo di Champagne. pagg. cit. In modo che chi è pronto possa interpretare il simbolo applicando la legge di corrispondenza, riunendo il visibile (il simbolo) con l’invisibile, il conoscibile (la forma) con l’inconoscibile. Oggi, la stella a 12 punte è utilizzata da lla Massoneria (ad esempio, è riprodotta sul pavimento della Freemason’s Hall di Londra, quartiere generale della Gran Loggia Unita d’Inghilterra) che, a sua volta, ha ereditato gan parte della tradizione templare. Dodici sono le ore del […]. Questi tre centri costituivano la rappresentazione simbolica del potere universale della Chiesa. In Toscana, nell’antica Tuscia etrusca, a Barga nella Garfagnana, in provincia di Lucca, vi è il Duomo di San Cristoforo, costruito e ampliato a più riprese a partire dal IX secolo, Ne esistono tutt’oggi pochi esemplari, sostanzialmente identici e diffusi in un’area ridotta della Toscana: Pisa (Battistero, San Frediano. Esse sono le lettere fondamentali con le quali Dio ha formato l’anima dell’intera creazione e di tutto ciò che è stato creato. cit. I Templari erano dei Cavalieri. I simboli posti su di esse, inoltre, non solo costituiscono chiari richiami al linguaggio massonico, ma corrispondono, in chiave musicale, anche ad un componimento madrigale. La parola “simbolo” deriva dal sanscrito e significa: riunisco, raccolgo, metto insieme. Nella religione ebraica, dalla quale proviene il Cristianesimo, questo numero rappresenta la luce illimitata, l’ intelligenza santificatrice. cit. Ma perché la gru? In alto, sull’arco di trionfo della Cappella si trova l’Agnus Dei, un simbolo strettamente connesso all’ordine dei Templari tanto da essere considerato un loro Sigillo. L’INSU, era il reliquiario che conservava in un vaso rivestito d’oro la testa di Osiride ad Abydos. La leggenda vuole che Teseo, dopo aver ucciso il Minotauro con l’aiuto di Arianna a Cnosso, sulla via di ritorno per Atene si fermasse a Delo. E’ plausibile che furono i Cavalieri stessi a scegliere quell’ anno per dare una forte sacralita’ al completamento della loro opera iniziata anni prima. cit. Il primo compito del discepolo, dello yogi è di sconfiggere il drago del proprio letargo spirituale e liberare la ragazza gioiello, la sua shakti, in modo che essa possa divenire la sua guida spirituale verso la beatitudine di una vita immortale, di là dal sonno dell’inconsapevolezza. IO SONO. Studiosi dei Templari e Simboli Esoterici a Ceccano Ceccano è terra di misteri religiosi legati ai segreti sui templari. I Templari sull’esempio di Mosè seguirono la strada antica appresa in Egitto. Damietta, una città e porto dell’Egitto sul delta del Nilo, fu importante nel XII e XIII secolo durante il periodo delle Crociate. I Templari ripresero molti simboli e numeri dalla tradizione cabalistica. Tutti i simboli come cuori, fiori, frecce, oggetti e molto altro ancora! Per la Mitford il 2 rappresenta l’ opposto nella dualita’: vita e morte, luce e oscurita’, il maschile e il femminile. A Lucca sulla semicolonna centrale del Duomo di San Martino, all’interno di un motivo a spirale un guerriero con una spada in mano che cavalca un Drago. Riteniamo che il 9 non fu un numero usato da Vitry per esaltare la cristianita’ dei Milites Christi quanto, a nostro parere, il numero chiave dell’ Ordine da loro a lui ritrasmesso. L’inclinazione della croce sia a sinistra sia a destra è un altro modo di indicare il doppio moto rotatorio. La conferma è la scoperta di pietre lapidi dei Cavalieri Templari, dove possiamo ammirare in basso una squadra e un martello ai lati di una specie di Abacus, a prima vista una croce, e in alto in un quadrato ruotato a rombo una croce a bracci uguali. Quasi volesse dire che loro erano o conoscevano il FONDAMENTO DEL MONDO? Questa e’ una parola (KBL) di origine caldea, ripresa dagli arabi, e ricavata dal libro di Daniele (II,8). 421-437 La parte frontale dell’altare di San Martino del Duomo di Lucca, mostra una croce patente rossa ai cui lati due coppie di fiori a sei petali rispettivamente inclinati in senso orario e antiorario. L’alchimia, i simboli e i messaggi provenienti dal passato. Misteri, Folclore e Leggende: Simboli animali: origine e significato tra mitologia, esoterismo e superstizione - Il simbolismo animale ha avuto un ruolo fondamentale per l’uomo: andiamo a conoscerlo tra mitologia, esoterismo, magia e superstizione. Simboli esoterici-occulti-massonici nelle Assemblee di Dio in Italia (a.c.d.g. Rappresenta il grande e immutabile Padre del Tutto: Dio. Nell’uomo il Drago è la Kundalini che dorme alla base della spina dorsale. I Cistercensi con i Benedettini erano i conoscitori di tutto lo scibile di allora disponibile attraverso i manoscritti arabi, greci, latini che si riversava nei monasteri benedettini, I Maestri Comacini come i Templari avevano come Santi protettori i due San Giovanni: il Battista e l’Evangelista. I piccoli pesci escono dalla seconda vescica aperta. [ 37 ] J.C. Cooper op. Essi affermavano che tutto e’ disposto secondo la legge dei numeri. [ 18 ] 59 Nella Religione ebraica, in particolare, il 9 rappresenta l’ intelletto puro. Un triangolo con il vertice verso il basso gruppo formato con i Tre rombi (quadrati ruotati di 45°), e un Triangolo col vertice verso l’alto con tre simboli espressioni di dualità armonizzata, la coppia di nicchie (due colonne unite in una nicchia), e il fiore a due petali con la corolla unificante centrale. Sorge spontanea la domanda: Conoscenza di cosa ? IL NUMERO NEL CRISTIANESIMO MEDIOEVALE Trarre conclusioni su quanto attiene ai Templari e’ sempre molto difficile, anche perche’ andiamo a toccare temi scottanti. Prima coincidenza! [ 30 ] La “tetraktys” 1+2+3+4 = 10 simboleggia la Divinita’. Nella struttura della societa’ medioevale, il 3 e’ presente anche nella vita sociale. Infatti 1+1+2+8 = 12. A sinistra dei draghi, in un cerchio una croce templare con quattro stelle a sei raggi. Quando la struttura gerarchica dell’ Ordine era gia’ ben consolidata e definita (parliamo del secolo XIII), lo Stato Maggiore dell’ Esercito templare in Terra Santa era costituito da 9 Cavalieri, compreso il Gran Maestro. : anche se ridotto a 3). Il primo simbolo “É” è una croce a bracci uguali che rappresenta verticalmente lo Spirito e orizzontalmente la Materia da esso vivificata. HITLER ESOTERICO Il terzo Reich tra occultismo ed esoterismo. Impressi nella roccia ci sono anche disegni quadrangolari , rappresentanti una triplice cinta, che qualcuno riconosce come simboli del continente perduto di Atlantide o del T empio di Salomone . Se la volontà dell’angelo di luce che è in noi non ci libera da quest’attrazione fatale, saremo riassorbiti nella corrente della forza che ha prodotto gli elementi terrestri di cui siamo composti. La chiesa monumentale di Brélévenez in un sobborgo di Lannion (Département Côtes-d’Armor), secondo la tradizione locale, fu costruita dai Cavalieri Templari. I territori furono suddivisi in Province: in Occidente erano 12 e in Oriente 3 (Gerusalemme, Tripoli, Antiochia). [ 11 ] È molto probabile che coloro che costruirono molte chiese templari della Provenza e Linguadoca, i, Spesso i Maestri Comacini inserivano nell’edificio da loro realizzato la loro immagine come firma da tramandare ai posteri, uno degli esempi più notevoli è proprio quello del Monastero di Berceto (PR), dove accanto agli stipiti della porta, come sempre facevano i Maestri, possiamo vedere due figure maschili scolpite nella pietra, Lucca è stata una città templare che ha avuto il privilegio di avere scalpellini e Maestri d’Opera Comacini. [ 34 ] J. G. Atenza op. 12 le tribu’ di Israele. Anche a Lucca, città templare, sulle facciate della chiesa di San Michele in Foro ai capi delle 44 colonne (suddivise in 7+7+15+15) della facciata si trovano ripetutamente rappresentate delle teste. Il numero 1 da’ inizio ad una “vibrazione”: vibra dall’ immutabilita’ alla definizione e all’ immutabilita’ ritorna. Con la testa dei volenterosi, un tempo, si facevano preziose coppe nelle quali si beveva il vino durante le grandi solennità. pag. cit. Infatti le reliquie piu’ preziose del Cristianesimo erano a Gerusalemme (il corpo di Cristo), a Roma (il corpo di Pietro) e a Santiago de Compostela (il corpo dell’ Apostolo Giacomo).