La liturgia salta i versetti 3-7 che parlano di Abele, Enoch e Noè, per venire a personaggi più significativi. Non si tratta, infatti, di rispettare alla lettera i comandamenti di Dio, ma di arrivare ad un atteggiamento interiore profondo del cuore e alla purezza di intenzione.Matteo riporta sei esempi o "antitesi" (contrapposizioni), introducendo con: "In antico fu detto" e concludendo con: "Ma io vi dico". Il male ha trionfato agli albori del capolavoro di Dio che ha creato il mondo e ha posto l'umanità al vertice, capace di armonia. 13Nella fede morirono tutti costoro, senza aver ottenuto i beni promessi, ma li videro e li salutarono solo da lontano, dichiarando di essere stranieri e pellegrini sulla terra. AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA. Dante Alighieri nel Paradiso (24,64) riprende lo stesso testo: "Fede è sustanza di cose sperate, ed argomento delle non parventi; e questa pare a me sua quiditate" Questa fede nasce dalla Parola di Dio che, prima di tutto, ha creato il mondo: dall'invisibile è scaturito il visibile. Le nostre anime sono irrequiete. don Raffaello Ciccone è uno dei tuoi autori preferiti di commenti al Vangelo?Entrando in Qumran nella nuova modalità di accesso, potrai ritrovare più velocemente i suoi commenti e quelli degli altri tuoi autori preferiti! Noè non aveva idea del diluvio, ma credeva in ciò che Dio aveva detto anche se non l'aveva ancora e mai visto, perché non erano mai … 11 1 La fede è fondamento di ciò che si spera e prova di ciò che non si vede. Contrapposta alla tenda vi è la città dalle salde fondamenta, salda perché progettata e costruita dallo stesso Signore. Poi viene ricordato Enoch. 48quello invece che, non conoscendola, avrà fatto cose meritevoli di percosse, ne riceverà poche. Lo impariamo tutti a livello sociale nell'accoglienza, nella scuola, nella sanità, nel fare le leggi giuste e non per lobby e privilegi. 11 1La fede è fondamento di ciò che si spera e prova di ciò che non si vede. Ebrei 4:1-13 - Il Vero Riposo - Sei stanco? 42Il Signore rispose: «Chi è dunque l’amministratore fidato e prudente, che il padrone metterà a capo della sua servitù per dare la razione di cibo a tempo debito? 9Per fede, egli soggiornò nella terra promessa come in una regione straniera, abitando sotto le tende, come anche Isacco e Giacobbe, coeredi della medesima promessa. Anzi, il primo richiamo alla morte, nel mondo, non avviene per malattia o per debolezza della carne, ma per l'esplosione della violenza che fa dimenticare ogni valore, ogni solidarietà ed ogni legame profondo.La fecondità del lavoro di Abele appare benedetto mentre quello di Caino, spesso soggetto all'aridità o allo stravolgimento delle stagioni, appare maledetto e rifiutato.La prima reazione al successo dell'altro è fatta di gelosia, e quindi di rabbia, di odio, di conflitto arrivando alla prospettiva di eliminare l'altro dalla propria strada. 44Davvero io vi dico che lo metterà a capo di tutti i suoi averi. Lunedì 20 Dicembre 2004 01:20 Ebrei 12, ... (Eb 11) ha descritto l’esempio di tutti coloro che nell’Antico Testamento hanno vissuto nella fede, trovando una forza di vita ed una speranza davvero grandiose. Ci viene garantita la lotta ma anche la possibilità di vittoria. Gesù, come in questo caso, vuole promuovere una "giustizia sovrabbondante". 41Allora Pietro disse: «Signore, questa parabola la dici per noi o anche per tutti?». Caino che ha ucciso è maledetto (non l'umanità); quella terra che coltivava e che ha bevuto il sangue di Abele gli si rivolterà contro, diventando sterile; infine Caino sarà "ramingo e fuggiasco" cioè lontano da Dio e dagli uomini.E tuttavia il castigo è mitigato. Così dalla garanzia della Parola di Dio nasce la liberazione e la certezza di una fedeltà che strappa dalla sofferenza.Il retroterra di questa riflessione ricerca il senso della nostra fedeltà. 46il padrone di quel servo arriverà un giorno in cui non se l’aspetta e a un’ora che non sa, lo punirà severamente e gli infliggerà la sorte che meritano gli infedeli. Questa tensione è resa bene dall'idea dell'abitare nella tenda, in una situazione precaria, in terra straniera, attendendo la realizzazione delle promesse di Dio. - Clicca qui per sapere il perché. Ebrei 1 Ebrei 2 Ebrei 3 Ebrei 4 Ebrei 5 Ebrei 6 Ebrei 7 Ebrei 8 Ebrei 9 Ebrei 10 Ebrei 11 Ebrei 12 Ebrei 13. Quando hai bisogno, Qumran ti dà una mano, sempre. Lo stesso vale per le cose che non vedo perché non si sono ancora realizzate. Quando hai bisogno, Qumran ti dà una mano, sempre. Il capitolo 11 è un vero e proprio elogio della fede. 38E se, giungendo nel mezzo della notte o prima dell’alba, li troverà così, beati loro! IV domenica dopo Pentecoste (Anno C) (16/06/2013) La fede è la prova di ciò che non si vede. Il commento al Vengelo del 16 Luglio 2018 su Mt 10, 34 -11, 1 Quindicesima settimana del Tempo Ordinario – Anno II/B. Il brano che leggiamo in questa domenica parla quasi interamente della vicenda di Abramo, il padre della fede per eccellenza, e di Sara, sua moglie, che visse anche lei in prima persona le difficoltà della sequela di Dio. A chiunque fu dato molto, molto sarà chiesto; a chi fu affidato molto, sarà richiesto molto di più». Se Caino è maledetto, nessun uomo ha il diritto di prendere il posto di Dio nell'esecuzione della sentenza perché "la vendetta appartiene a Dio "(Rom 12,19).Lettera agli Ebrei. - A che punto è la mia fede? Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono. The result is a true masterpiece of scriptural exegesis. 3 Ricordatevi dei carcerati, come se foste loro compagni di carcere, e di quelli che soffrono, essendo anche voi in un corpo mortale. In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «35Siate pronti, con le vesti strette ai fianchi e le lampade accese; Gesù dice che bisogna circondare di attenzione l'altro, altrimenti il nostro cuore può diventare, esso stesso, un cimitero di uccisi. Bramiamo trovare un porto sicuro dove riposare dalle tempeste e le fatiche della vita. Enoch aveva manifestato una grande fedeltà al Signore, diventando un profondo esempio di fiducia.Così la fede è necessaria e senza di essa non è possibile piacere a Dio. 3 Per fede noi sappiamo che i mondi furono formati dalla parola di Dio, si' che da cose non visibili ha preso origine quello che si vede. Ci ritroviamo di fronte alle scelte nei confronti di Dio e dei nostri fratelli e sorelle e quindi alla società in cui viviamo.Vengono formulati tre castighi. La conclusione di questa sequenza fa intuire uno scorcio cristiano della fede di Abramo: egli per la fede ritrova non solo il figlio della promessa, ma il figlio “risuscitato” da Dio. Ebrei 11:3 Per fede intendiamo che l’universo è stato formato per mezzo della parola di Dio, sì che le cose che si vedono non vennero all’esistenza da cose apparenti. Lectio Divina Lectio Divina Ebrei 12, 1-13. Lectio 1 La fede è fondamento di ciò che si spera e prova di ciò che non si vede. (Gen 3,9). Si è giunti faticosamente nel mondo del lavoro, arrivando alle associazioni, ai sindacati, alle contrattazioni, alla fatica dello sciopero per giungere a capire che ci si deve mettere d'accordo.E dopo due guerre mondiali lo ha imparato l'Europa che, pure, ha ancora molto cammino da fare. Altrimenti noi maceriamo l'odio e la recriminazione di Caino.Un elemento, che può sembrare curioso e che è stato ripreso pari pari dalla liturgia Ambrosiana, è lo scambio della pace prima dell'offerta del pane e del vino: perciò purificazione prima di iniziare a pregare o, ancor più, prima di offrire un sacrificio a Dio come si usava nel tempio. In pratica se crediamo nella presenza amorosa di Dio e nell'essere giustificati secondo le opere buone, si entra, anche se implicitamente, in tutto quel mondo di salvezza che Gesù porta come mediatore.Matteo 5, 21-24.Gesù annuncia con la sua parola il completamento della legge. Ecco dunque che Dio prende nome da questi suoi primi servi fedeli. ... (v. 11). In questa situazione precaria vissero anche i suoi primi discendenti, nonostante una prima realizzazione delle promesse. Ogni ebreo, prima di pregare, deve sottoporsi a meticolose purificazioni, quindi, una volta iniziata la preghiera giudaica più importante: "Ascolta Israele", non può interrompersi, neppure se un serpente si è attorcigliato intorno alla gamba di chi prega. 2Per questa fede i nostri antenati sono stati approvati da Dio. I capitoli che leggeremo in queste domeniche appartengono proprio a questa parte più parenetica (cioè esortativa) e invitano anche noi a riflettere sulla nostra fede e a darle fondamenta sempre più solide. Eppure Gesù vuole la pace a tutti i costi e per sradicare dal nostro cuore la radice dell'inimicizia, ci sentiamo dire: "Guarda e controlla quanti hanno qualcosa contro di te. ... Commento ai Vangeli Commento ai Vangeli della domenica Annulla. 19Egli pensava infatti che Dio è capace di far risorgere anche dai morti: per questo lo riebbe anche come simbolo. Come dice Ebrei 11:1: “Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono”. La fede dei primi patriarchi ha avuto una ricompensa grandissima, sia celeste che terrestre. Con il " discorso delle Beatitudini," il primo dei cinque lunghi discorsi che l'evangelista Matteo scrive nel suo Vangelo, Gesù, nuovo Mosè, non rinnega la legge (la Torah dei primi 5 libri della Bibbia) ma la riprende e approfondisce.Nella tradizione ebraica un antico insegnamento invita i dottori della legge a costruire "una siepe attorno alla Torà". POWERED_BY Realtimecomputer Roncoferraro MN!®Realtimecomputer Roncoferraro MN!® .ybc-blog-form-comment .blog-submit .button:hover, Non è possibile avere contemporaneamente due patrie. Sto sperando in qualcosa di migliore, o vivo alla giornata? In principio tu, Signore, hai fondato la terra «Conosci il Signore!». Tutti loro erano usciti dalla loro terra ed erano pellegrini nel mondo. 2 Per questa fede i nostri antenati sono stati approvati da Dio. Così le aziende diventeranno luoghi di grandi attenzioni tra colleghi, le scuole ambiti di reciproco aiuto nel capire, gli uffici pubblici i luoghi della cortesia soprattutto verso le persone non esperte e non competenti Certo non tutti seguono Gesù e sono credenti ma almeno un 20% della popolazione della Diocesi frequenta la liturgia. Le figure bibliche poste in maggior risalto sono il patriarca Abramo e il profeta dell’esodo, Mosè. 23Se dunque tu presenti la tua offerta all’altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. L'esordio sembra essere quello di un trattato di teologia sulla fede, invece poi il discorso si dipana su esempi molto pratici di uomini e donne che lungo la storia del popolo di Israele hanno saputo perseverare nella fede nonostante le difficoltà delle loro diverse situazioni e guardare al futuro, al compimento delle promesse di Dio, che si è realizzato in Gesù Cristo. La Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture è pubblicata dai Testimoni di Geova. E ci viene riconosciuto il valore della fondamentale libertà personale che, per quanto difficile, libera dalla rassegnazione.Ad Adamo Dio pone la domanda: "Dove sei?" La fede è fondamento di ciò che si spera: ciò che è sperato ancora non lo si possiede, però la fede dona la certezza che la speranza diventerà una realtà tangibile. Egli infatti si manifesterà a Mosè come il “Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe”. Read verse in Riveduta 1927 (Italian) - Quale è stato il mio atteggiamento nei momenti di difficoltà, quando la promessa di Dio era ben lontana dall'avverarsi? "Il peccato è accovacciato alla tua porta, ma tu puoi dominarlo". Ma la suggestione di avere a portata di mano tutta la potenza di Dio, a poco prezzo, fa crollare la fiducia e la confidenza. Allora il mondo acquista una sua fondamentale giustizia poiché, nonostante il male, il Signore è capace di giudicare e di premiare chi è giusto e si comporta come tale (v 6). Genesi. Da sempre c'è stato conflitto tra le due culture ed i due clan poiché l'agricoltura sottrae terreno da coltivare e i pastori sono allontanati dalle terre coltivate poiché distruggono ciò che cresce.L'autore biblico, comunque, segue la sua meditazione del dramma della lontananza da Dio. Cambia Lingua {{#items}} {{local_title}} Ebrei 11:1 Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono; Ebrei 11:2 infatti per mezzo di essa gli antichi ricevettero testimonianza. Di lui non si dice che morì, quanto che "non fu più perché Dio l'aveva preso". 43Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà ad agire così. 14Chi parla così, mostra di essere alla ricerca di una patria. Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo 11 agosto 2019XIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C). 8 Per fede Abramo, chiamato da Dio, obbedì partendo per un luogo che doveva ricevere in eredità, e partì senza sapere dove andava. Dobbiamo preferire la pace. Commento al Vangelo della Domenica di Ermes Ronchi: E il padrone si mette a servire noi poveri servi Domenica 11 Agosto 2019 XIX Domenica T.O. In questo l'autore cristiano suggerisce una specie di anticipazione profetica della vicenda di Gesù, che si trova anche nell'indicazione di Isacco come di figlio unigenito. AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA, XIX Domenica del Tempo Ordinario (Anno C) (07/08/2016). [3] Per fede, noi sappiamo che i mondi furono formati dalla parola di Dio, sicché dall'invisibile ha preso origine il mondo visibile. — Ebrei 11:1. la Bibbia incoraggia una forte fede basata su prove concrete, anche se può essere necessario modificare le proprie convinzioni. Entrando in Qumran nella nuova modalità di accesso, potrai ritrovare più velocemente i suoi commenti e quelli degli altri tuoi autori preferiti! Colore liturgico: Verde; Periodo: Lunedì; Il Santo di oggi: B. V. Maria del Monte Carmelo – memoria facoltativa; Ritornello al Salmo Responsoriale: A chi cammina per la retta via, mostrerò la salvezza di Dio Letture del giorno: Is 1, 10-17; Sal 49; Mt 10, 34 -11, 1 2 Per questa fede i nostri antenati sono stati approvati da Dio. Questo significa che bisogna ricircondare un precetto di Dio di successive norme destinate a proteggerlo, ad accoglierlo, a custodirlo e quindi a metterlo in pratica nella sua pienezza e nelle sue sfumature. Ebrei 1,1-3 11 Giugno, 2019 | La lectio quotidiana | 3 1 La fede è fondamento di ciò che si spera e prova di ciò che non si vede. Ci sono più di 25 uomini chiamati Zaccaria nella Bibbia. E certamente il primo testimone è un martire giusto, ucciso dal fratello eppure "parla ancora" (v4). ebrei 11,1-19 Fratelli, 1 la fede è fondamento delle cose che si sperano e prova di quelle che non si vedono. "Non è colpa mia, è colpa dell'altro, non doveva comportarsi così". Il loro sguardo era aperto al futuro, a una patria migliore di quella che avevano lasciato. Ma il cuore delle persone, pur senza arrivare ad uccidere una persona, accumula atteggiamenti di rifiuto: "non gli rivolgo la parola, ne parlo male, lo odio, gli rinfaccio un errore, gli tolgo la stima". Una tale percentuale porterebbe ad un interessante livello la "non violenza" a Milano. Anche Gesù conosce e pratica la costruzione della "siepe", ma con il coraggio della misericordia. In queste due domande si raccolgono tutti gli interrogativi morali: saranno sviluppati dai profeti e da Gesù. Grazie alla fede, realtà che non ho visto perché sono fatti a me anteriori, come ad esempio la creazione, io ho la certezza che sono veramente accadute. 3Egli è irradiazione della sua gloria e impronta della sua sostanza, e tutto sostiene con la 2Egli è in grado di Non furono quelli che avevano peccato e poi caddero cadaveri nel deserto? 17Per fede, Abramo, messo alla prova, offrì Isacco, e proprio lui, che aveva ricevuto le promesse, offrì il suo unigenito figlio, 18 del quale era stato detto: Mediante Isacco avrai una tua discendenza. Alla conclusione c'è il dramma della lacerazione tra l'umanità e Dio. Il testo ricorda i fondamenti della fede cristiana, soprattutto la centralità di Cristo e il senso della sua morte violenta e poi si rivolge ai suoi destinatari esortandoli a rinvigorire la propria fede. Ebrei 11 [1] La fede è fondamento di ciò che si spera e prova di ciò che non si vede. Legata all'esperienza di Abramo c'è il tema della terra, caratterizzato dal movimento dal posseduto al non posseduto, da quello che si vede a ciò che è invisibile e sconosciuto. 47Il servo che, conoscendo la volontà del padrone, non avrà disposto o agito secondo la sua volontà, riceverà molte percosse; Il Signore ci offre questo porto sicuro, ci dà il vero riposo. 10Egli aspettava infatti la città dalle salde fondamenta, il cui architetto e costruttore è Dio stesso. 4 Il matrimonio sia rispettato da tutti e il talamo sia senza macchia. Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo Lettera agli Ebrei 11:1 NR94. 40Anche voi tenetevi pronti perché, nell’ora che non immaginate, viene il Figlio dell’uomo». Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudi Si tratta di un misterioso personaggio, elencato nella genealogia di Adamo, e non a caso al settimo posto (il numero della pienezza), di cui per ben due volte si ricorda la sua comunione con Dio. Come faccio a mantenere la mia fedeltà anche nella fatica e nella prova se non vedo il suo aiuto proprio nella mia fatica di onorarlo?La fede degli antenati vuole mostrarci che essi hanno creduto e noi siamo chiamati ad allungare questa processione di fedeli a cui il Signore non fa mancare la sua fiducia ed il suo premio. 1 La fede e' fondamento delle cose che si sperano e prova di quelle che non si vedono. 2 Per mezzo di questa fede gli antichi ricevettero buona testimonianza. "Infatti avete preso parte alle sofferenze dei carcerati e avete accettato con gioia di essere derubati delle vostre sostanze, sapendo di possedere beni migliori e duraturi. La lettera agli Ebrei, secondo una ormai nota espressione di E. Grasser, non è una lettera, non è di Paolo, né è stata inviata agli ebrei. Qumran2.net, dal 1998 al servizio della pastorale, XIX Domenica del Tempo Ordinario (Anno C). 11, 1-6I versetti precedenti, nel cap.10 parlano di fatiche e di persecuzioni a causa della propria accoglienza di Cristo. "Non mangiare dell'albero". Questa lettera, nonostante il titolo che le è stato dato già da prima del II secolo, non è una vera e propria lettera e non sembra essere stata inviata a una comunità di Ebrei. Qui risalta il contrasto tra l'impossibilità di Sara di diventare madre, poiché avanti negli anni, e la sconvolgente realizzazione della promessa. Dall'analisi approfondita del testo gli studiosi ipotizzano sia stata scritta da un discepolo di Paolo che si trovava in Asia Minore (l'attuale Turchia) e che aveva mandato un discorso scritto a una comunità già consolidata che viveva le crisi dell'età adulta (perdita di entusiasmo, stanchezza...) e alcune persecuzioni esterne. L'undicesimo capitolo degli Ebrei è la continuazione dell'ultima parte del decimo capitolo. All'origine di questa partenza c'è la chiamata di Dio alla quale abramo aderisce prontamente. Ebrei 11,8-19. La fede è la porta d'ingresso per accedere a questo riposo che, in Cristo, possiamo già gustare in parte oggi La Bibbia dice che "camminò con Dio" (Gen 5,24). Ho saputo abbandonare la mia terra in forza di una promessa? Tutti i credenti della prima alleanza sono morti nella speranza del compimento della salvezza, che ora essi conseguono assieme ai credenti in Cristo. Qui continua la ricerca di senso dell'umanità. 3 Per fede, noi sappiamo che i mondi furono formati dalla parola di Dio, sicché dall’invisibile ha preso origine … Alla frattura dei rapporti profondi di comunione nella prima coppia segue la frattura dei rapporti tra fratelli. Il nome ebraico significa: Jeova ricorda.Apparteneva alla tribù di Levi. Ebrei 5:11-14 Il mancante progresso dei destinatari rende difficile l'esposizione delle verità profonde. 12 Egli entrò una volta per sempre nel santuario, non mediante il sangue di capri e di vitelli, ma in virtù del proprio sangue, ottenendo così una redenzione eterna. Lo scrittore degli Ebrei termina il decimo capitolo osservando che i giusti vivranno per fede e fa appello ai cristiani di origine ebraica a rimanere fermi nella fede per ottenere la vita (Ebrei 10:37-39). Il lavoro è indispensabile nelle due qualità di operosità del tempo dell'autore biblico: la pastorizia e l'agricoltura. Ha preparato infatti per loro una città. Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. 39Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora viene il ladro, non si lascerebbe scassinare la casa. E fa parte di questa operazione di esclusione e di violenza il denigrare l'altro con una delle parole: "stupido, pazzo, senza Dio...". Questo termine greco si ritrova in molti papiri con il significato di titolo di proprietà o di possesso. Capitolo 11. 12Per questo da un uomo solo, e inoltre già segnato dalla morte, nacque una discendenza numerosa come le stelle del cielo e come la sabbia che si trova lungo la spiaggia del mare e non si può contare.Eppure la fede di Abramo ebbe la meglio: anche se anziano fu il capostipite di una discendenza numerosa. Così l'autore della lettera annuncia la necessità della fede e della pazienza, virtù rispettivamente sviluppate nei capp.11 e 12.Tutto il cap. 2Per questa fede i nostri antenati sono stati approvati da Dio. «21Avete inteso che fu detto agli antichi: Non ucciderai; chi avrà ucciso dovrà essere sottoposto al giudizio.