IV Settimana di Pasqua + VANGELO (Gv 10,1-10). Allora l’insistenza di Marco sui discepoli rivela anche la sua preoccupazione e attenzione alla vita della comunità cristiana. Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via Con Gesù Cristo sempre nasce e rinasce la gioia." Lunedì 27 aprile 2015. Sotto, la prima lectio (con l’introduzione al vangelo di Marco). Nel brano odierno (cfr Mc 7,1-8.14-15.21-23), Gesù affronta un tema importante per tutti noi credenti: l’autenticità della nostra obbedienza alla Parola di Dio, contro ogni contaminazione mondana o formalismo legalistico. Io sono la porta delle pecore. La gioia di incontrarci nella verità che è il Risorto, guidi il nostro tempo e ci aiuti a percorrere quelle strade coraggiose che il Signore sta facendo percorrere alla sua Chiesa. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto». 8,56 Abramo, vostro padre, esultò nella speranza di vedere il mio giorno; lo vide e fu pieno di gioia». … L’argomento è la vocazione di Gesù e quella dei discepoli del Signore. Il contenuto di Marco è infatti espresso con i termini uniti al nome di Gesù: Egli è il Cristo – Egli è il Figlio di Dio. Ora questa mia gioia è piena. 2. Come sta scritto nel profeta Isaia: Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero: egli preparerà la tua via. Seconda lectio sul vangelo di Marco. Lettura-ascolto della Parola di Dio Dal Vangelo secondo Marco 1,1-8 1 Inizio del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio. Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. VANGELO DI GIOVANNI . Coloro che si lasciano salvare da Lui sono liberati dal peccato, dalla tristezza, dal vuoto interiore, dall'isolamento. + Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, Gesù disse: «In verità, in verità Io vi dico: chi non entra nel recinto delle pecore dalla porta, ma vi sale da un’altra parte, è un ladro e un brigante. Come sta scritto nel profeta Isaìa: «Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero: egli preparerà la tua via. Inizio del vangelo di Gesù, Cristo, Figlio di Dio. E si radunò intorno a lui una folla così grande, che egli fu costretto a salire sulla barca e si mise a sedere stando in mare, mentre tutta la folla era a terra lungo la riva. 2 Insegnava loro molte cose con parabole e diceva loro nel suo insegnamento: ... quando ascoltano la Parola, subito l'accolgono con gioia… (Evangelii gaudium, 1) Di seguito il video del secondo incontro sul vangelo di Marco, con la lectio tenuta da Giulio Michelini per il clero della diocesi di Spoleto il 17 dicembre 2020. E chiediamo anche per noi il coraggio di scelte che abbiano la forza di annunciare il Vangelo in tutta la sua freschezza e potenza. Gesù cominciò di nuovo ad insegnare presso il mare. A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? in questa domenica riprendiamo la lettura del Vangelo di Marco. Il seminatore Dal Vangelo di Marco Capitolo 4 Versetti 1-12. Vangelo di Marco ... tanto che egli, salito su una barca, si mise a sedere stando in mare, mentre tutta la folla era a terra lungo la riva. Cari fratelli e sorelle, buongiorno! 3,29 Lo sposo è colui al quale appartiene la sposa; ma l'amico dello sposo, che è presente e l'ascolta, esulta di gioia alla voce dello sposo. Quindi per comprendere quale progetto di chiesa derivi dal secondo vangelo si devono esaminare il ruolo, le condizioni e le caratteristiche dei discepoli. Parola del Signore. "La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù. E’ l’unico Vangelo che presenta un autentico titolo: Inizio del Vangelo di Gesù Cristo Figlio di Dio (Mc 1,1), che designa il punto di partenza e la causa che ha determinato la stesura dell’opera.