Divenne, così, la prima nuotatrice nella storia capace di conquistare il titolo sia nei 200 sia nei 400 stile libero in due edizioni diverse e consecutive dei campionati[54]. Among swimmers born in Italy, Federica Pellegrini ranks 1. Dal 2019 è diventata giudice del talent show Italia's Got Talent, in onda su TV8 e Sky Uno. Alla fine, il suo 1'54"73 sarà il suo secondo miglior crono di sempre in una finale mondiale. Dopo l’oro nei 200, è argento nella 4×100, Nuoto, Mondiali Windsor 2016: 4×50 stile libero donne di bronzo a passo di record, Nuoto, Assoluti invernali 2016: Federica Pellegrini vince e convince anche nei 100 stile libero, VIDEO – Nuoto, Assoluti invernali 2016 – Federica Pellegrini: “Soddisfatta dai risultati ottenuti, la settimana di Windsor è stata liberatoria!”, Katie Ledecky Beaten in 200-Meter Freestyle at World Championships, Il mio stile libero. 5 Aug 1988 Mirano, Italy Gender Female Number of medals 2 Olympic medals + Info Olympic Games 4 Olympic Games + Info Federica PELLEGRINI biography Personal Bests: 50 m freestyle – ? Il progresso nei 100 m evidenziò il buono stato di forma e la convinse a testarsi anche nei 200 m in cui si impose per soli 4 centesimi sulla rivale Heemskerk in 1'55"93. CONI: Consegnati i Collari d'Oro e i Diplomi d'Onore agli atleti azzurri. "Io la migliore atleta italiana di sempre", Cielo Filho: record e oro nei 100 sl. Vita da record di Federica Pellegrini, Ordine al merito della Repubblica italiana, Medaglie femminili dei Campionati europei di nuoto, Campionati mondiali di nuoto 2009 - Nuoto, Nuoto ai Campionati mondiali di nuoto 2011, Nuoto ai Campionati mondiali di nuoto 2013, Nuoto ai Campionati mondiali di nuoto 2015, Nuoto ai campionati mondiali di nuoto 2017, Nuoto ai campionati mondiali di nuoto 2019, soccorsa a bordo vasca per debito d'ossigeno, Podi di Federica Pellegrini ai campionati italiani di nuoto, Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana, Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana, Federica Pellegrini prima donatrice di midollo osseo nel nuoto, Progressione del record mondiale dei 200 m stile libero, Progressione del record mondiale dei 400 m stile libero, Progressione del record italiano dei 100 m stile libero, Italia nel nuoto ai Giochi olimpici ed ai mondiali, Medaglie dei Campionati mondiali di nuoto - Stile libero, Mondiali di nuoto 2007: la Pellegrini stabilisce il record del mondo nei 200 stile libero, Pechino 2008, Nuoto: record del mondo nei 400 misti per Phelps, Olimpiadi 2008, Nuoto: oro nei 200 m stile libero per Federica Pellegrini, Giochi olimpici 2012: eliminata la nazionale italiana nella staffetta 4x100 metri stile libero femminile, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Federica_Pellegrini&oldid=117612120, Vincitori di medaglia d'oro olimpica per l'Italia, Vincitori di medaglia d'argento olimpica per l'Italia, Insigniti con il Collare d'oro al merito sportivo, Alfieri italiani ai Giochi olimpici estivi, Voci con modulo citazione e parametro coautori, Voci biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Statistiche aggiornate al 19 dicembre 2020, «Di iniziativa del Presidente della Repubblica». Fu campionessa iridata dei 200 m e 400 m stile libero sia nel 2009 sia nel 2011, diventando la prima nuotatrice capace di vincere consecutivamente il titolo in entrambe le distanze in due diverse edizioni della manifestazione[6]. Una sezione di circa 300 m, che si sviluppa da via Puccini a via Caboto, rende omaggio alla campionessa veneta che da sempre ha avuto un legame particolare con la città essendo località storica di villeggiatura della famiglia. In luglio si presentò all'appuntamento più importante della stagione: i mondiali di Shanghai. Realizzò così il suo 10º record in carriera prima dei 21 anni[36][38]. Solo 24 ore più tardi, però, la rivale Laure Manaudou lo ritoccò nella finale in cui Federica arrivò 3ª in 1'56"97[21]. Federica si affidò così alla guida tecnica di Giunta, già preparatore atletico e vice di Lucas. I risultati conseguiti le valsero per la terza volta il titolo di "Nuotatrice europea dell'anno" assegnato dalla rivista Swimming World Magazine. Nel 2006 passò sotto la guida dell'allora commissario tecnico della nazionale Alberto Castagnetti e si trasferì al centro federale di Verona[11]. Federica si disse comunque soddisfatta per il risultato, non avendola più nuotata dalla finale olimpica, e dichiarò di voler valutare se continuare o meno la preparazione dei 400 in futuro[81][82]. Affrontò per la prima volta anche gli 800 m, vincendo il bronzo in 8'24"99[45]. La mattina seguente tentò in finale un passaggio più lento così da risparmiare energie che le permettessero una progressione nella seconda parte. L'anno dopo si affermò come stileliberista italiana emergente per gli ottimi risultati conseguiti ai Nazionali primaverili in cui andò a medaglia in tutte le distanze affrontate (1º posto nei 50, 3º nei 100 e 2º nei 200 m). A native of Mirano, in the province of Venice, she holds the women's 200 m freestyle and 400 m freestyle world record.. Federica Pellegrini nasce a Mirano (Venezia) il giorno 5 agosto 1988. In novembre si presentò alla rassegna europea in corta a Eindhoven e ancora una volta nuotò gli 800 m vinti a sorpresa in 8'15"20[46]. Già all'età di 6 anni disputò con successo le prime gare e si affidò alla guida tecnica di Massimiliano Di Mito, che la seguì sino al 2006[11]. Nei 200 m vinse l'oro in 1'57"67 davanti alla slovena Sara Isakovic, mentre nei 400 m conquistò il gradino più alto del podio in 4'06"11 davanti alla francese Coralie Balmy. Agli europei in vasca corta nella città di Fiume, Croazia, Federica gareggiò nei 200 m stile libero, nei quali vinse l'oro in 1'51"85 precedendo l'olandese Femke Heemskerk e stabilendo il suo quinto record del mondo in carriera, il primo in vasca corta. In un secondo momento, invece, soprattutto a partire dalla fine dell'anno, tornò a Verona seguita dal preparatore atletico e vice di Philippe Lucas Matteo Giunta, alternando gli allenamenti in Italia con dei collegiali di alcune settimane in Francia. Avviò la sua quarta rassegna a cinque cerchi con la 4x100 m stile libero che dopo 16 anni ritrovò l'accesso in finale grazie al crono di 3'35"90 (nuovo record italiano)[105]. Per quel che riguarda la stagione in vasca corta invece, che si concluse con la rassegna europea di Debrecen, Federica conquistò gli stessi identici risultati dell'europeo in corta della stagione precedente ottenendo un argento nei 400 m ed un nuovo deludente quinto posto nei 200 m[22], Dal 9 al 14 agosto prese parte alle Universiadi di Bangkok durante le quali vinse due medaglie d'oro e la sua prima doppietta 200 – 400 m stile libero a livello internazionale[23]. Condusse la gara in progressione portandosi in testa ai 100 m. Nuotò le ultime due vasche in 29"86 e 29"36 e toccò la piastra in 3'59"15[37]. Questa medaglia le valse un nuovo primato in quanto divenne la prima e unica atleta capace di salire sul podio, nella stessa specialità, in sei diverse edizioni consecutive dei campionati del mondo[94]. Since 2007, the English Wikipedia page of Federica Pellegrini has received more than 371,496 page views. Sul finire dei campionati si cimentò senza successo anche nei 200 m dorso chiusi in 2'09"27[75]. Per la prima volta nella storia una nuotatrice coprì la distanza in meno di quattro minuti. L'Italia di Fede da 12 e lode", "Nuoto, Europei vasca corta a Herning: Federica Pellegrini vince la medaglia di bronzo nei 400 sl. La duplice sconfitta alimentò le numerose polemiche nate dai pessimi risultati in vasca della spedizione italiana. Dopo una relazione con il nuotatore Luca Marin tra il 2008 e il 2011, è stata legata sentimentalmente dal 2011 al 2017 a Filippo Magnini, anch'egli nuotatore, con il quale ha vissuto nella città di Verona, anche sede dei suoi allenamenti. Federica Pellegrini Biografia Naixement 5 agost 1988 (32 anys)Mirano (Itàlia) Dades personals Alçada 179 cm Activitat Ocupació Nedadora Esport natació Disciplina esportiva Federica Nelle prove di squadra infine riuscì a ottenere un argento nella 4x100 stile libero[110] e un bronzo con record nazionale nella 4x50 della stessa specialità[111]. Al 2019 rimane la primatista mondiale dei 200 in vasca lunga. Federica Pellegrini, considerata la più grande nuotatrice italiana, è nata a Mirano (città del Veneto) il 5 Agosto 1988. Il primo record risale al 27 marzo 2007 quando, all'età di 18 anni, vinse la semifinale dei 200 ai mondiali di Melbourne in 1'56"47. In vasca corta, nella stessa specialità, realizzò il nuovo record italiano nei 200 m in 2'03"75 (poi battuto negli anni a venire da Margherita Panziera) e il nuovo personale nei 100 in 58"80[116]. I due collaborarono insieme sino alla morte di quest’ultimo il 12 ottobre del 2009. Non deluse le aspettative e si qualificò con il nuovo record olimpico di 4'02"19[30]. Federica Pellegrini (Italian pronunciation: [fedeˈriːka pelleˈɡriːni]; born 5 August 1988) is an Italian swimmer. Among swimmers, Federica Pellegrini ranks 104 out of 392. I successi ottenuti in stagione le valsero il riconoscimento di "Nuotatrice dell'anno" per la rivista americana Swimming World Magazine, che fece di Federica la prima e unica nuotatrice italiana a essere insignita di tale premio. Inizia a nuotare nel 1995 e dopo i primi successi conseguiti sotto la guida di Max Di Mito alla Serenissima Nuoto di Mestre, passa alla DDS di Settimo Milanese, trasferendosi a Milano da Spinea (VE), paese dove è cresciuta assieme alla famiglia. Al 2019, tra vasca lunga e vasca corta, detiene 6 record italiani individuali, oltre ai 10 in staffetta, per un totale di 16. Per questo motivo la Federazione la convocò ai Giochi Olimpici di Atene. In svantaggio sin dalla prima vasca, in cui virò in penultima posizione[54], aumentò l'andatura e passò in terza posizione ai 150 m. Nell'ultimo 50 risalì sull'olandese sorpassandola a 25 m dalla fine aggiudicandosi la medaglia d'oro davanti a Kylie Palmer e Camille Muffat in 1'55"58[54]. Fu protagonista di un cortometraggio Telethon per la lotta alla SMA[134] e posò per il calendario Aipi "Masks 2014" e "Masks 2016", a sostegno dell'Associazione Ipertensione Polmonare Italiana Onlus[135]. A poco più di un mese dai Giochi di Rio, la Pellegrini gareggiò al Trofeo Sette Colli di Roma. E oro in staffetta, L'Italia è super: vince la staffetta di Fede. I due ori conquistati a Shanghai non furono sufficienti per portare l'atleta a riconfermare il rapporto con Lucas. After her are Massimiliano Rosolino (1978), Domenico Fioravanti (1977), Luca Marin (1986), Gregorio Paltrinieri (1994), Alessia Filippi (1987), Gabriele Detti (1994), and Simona Quadarella (1998). Nei 100 m stile libero fu protagonista di un insolito testa a testa con l'olimpionica Kromowidjojo che la portò al nuovo record italiano in 53"18, migliore del 53"55 da lei stabilito con costume in poliuretano nel 2009[103]. Federica Pellegrini (Italian pronunciation: [fedeˈriːka pelleˈɡriːni]; born 5 August 1988) is an Italian swimmer. August 1988 in Mirano) ist eine italienische Schwimmerin. Inizia a nuotare nel 1995 e dopo i primi successi conseguiti sotto la guida di Max Di Mito alla Serenissima Nuoto di Mestre, passa alla DDS di Settimo Milanese, trasferendosi a Milano da Spinea (VE), paese dove è cresciuta assieme alla famiglia. Federica prestò la propria notorietà e immagine anche per attività benefiche e campagne di sensibilizzazione: l'iniziativa "Mare Pulito" contro l'abbandono dei mozziconi sulle spiagge[131], la campagna contro il femminicidio "Ferma il Bastardo"[132] e aderì al progetto di lotta contro il doping "I am doping free" promosso dal compagno Filippo Magnini[133]. Tuttavia, il tecnico Castagnetti si mostrò fiducioso e sicuro che la preparazione in corso le avrebbe presto consentito di scendere anche al di sotto dello storico muro dei 4"00 minuti[34]. [31] Migliorò di 1"33 il precedente record della francese Coralie Balmy, stabilito appena un paio di giorni prima ai campionati nazionali francesi quando fermò il cronometro a 1'53"18. La madre Cinzia Lionello è sempre stata appassionata di nuoto, e fu proprio lei ad avviarla al nuoto.Già all’età di 6 anni fece le sue prime gare ed … In finale vinse il suo primo titolo iridato nella distanza con il tempo di 1'52"98 davanti alle statunitensi Allison Schmitt e Dana Vollmer, ritoccando ancora una volta il proprio limite[38]. Before her are Tamás Darnyi, Sarah Sjöström, Sharon Stouder, John Naber, Jörg Woithe, and Allison Schmitt. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 29 dic 2020 alle 17:02. Roberto Pellegrini con la figlia, Federica, campionessa di nuoto Per il padre della campionessa di nuoto che ha contratto e poi superato il virus: «Dobbiamo farlo … È un'opzione"", L'irresistibile leggerezza della nuova Pellegrini, Prova di Fede. Non riuscì a ripetersi nei 400 m nei quali abbandonò la vasca per il preannunciarsi di una crisi d'ansia[47]. Fede: "Per aiutare ci metto la faccia", Lungomare delle Stelle Federica Pellegrini, Nuoto, Federica Pellegrini e tutte le sue medaglie olimpiche e mondiali, rinunciò a proseguire, si fermò alle batterie, Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana. 2011: Prima e unica nuotatrice in grado di vincere l'oro nei 200 e 400 m sl in due edizioni consecutive dei Mondiali. A fine anno Federica esordì alla sua undicesima rassegna continentale con un quarto posto nei 100 m stile libero, impreziosito dal nuovo primato nazionale di 52"56, a conferma di un'importante velocità di base ritrovata[96] divenuta ormai necessaria nei 200[97]. L'esordio ufficiale stagionale fu ai campionati nazionali di aprile nei quali tornò alla vittoria in cinque gare e realizzò la miglior prestazione italiana in tessuto nei 100 m stile libero ('53"78)[100], conquistando così un'inattesa qualificazione olimpica nella distanza. Per volontà dell'ex allenatore Alberto Castagnetti affiancò ai 200 anche i 400 m stile libero[114], nei quali, però, Federica non si è mai sentita del tutto a proprio agio[114]. Dettaglio delle medaglie conquistate da Atene 2004, a soli 16 anni, fino a Gwangju 2019. Il quarto posto nei 400 m stile libero agli europei di Berlino evidenziò delle divergenze tra quelle che erano le priorità di Federica e del suo tecnico, che avevano portato a pensare a una nuova rottura tra i due. I piazzamenti conseguiti le valsero la prima convocazione in nazionale assoluta come staffettista. Lo stesso nome del costume che le dedicò l'ex sponsor Mizuno, Federica Pellegrini e Filippo Magnini protagonisti della campagna Head & Shoulders, NUOTO: Federica Pellegrini nuova testimonial di Miia, Federica Pellegrini testimonial per Swarovski Activity Tracking Jewelry. Bronzo a Sanzo nel fioretto", Mondiali Nuoto 2011: Federica Pellegrini oro nei 200 sl, "CAN FEDERICA PELLEGRINI KNOCK IT FOR SIX IN TILT AT WORLDS 200 FREE PODIUM A DECADE ON? Da quel momento si susseguirono una serie di cambi tecnici, che portarono a Matteo Giunta. I progressi la presentarono ai mondiali di Montréal come la favorita al titolo nei 200 stile libero, ma in finale non riuscì a ripetere il proprio migliore che fu peggiorato di quasi un secondo, relegandola alla seconda piazza in 1’58"73 a soli 13 centesimi dall’oro di Solenne Figuès[16]. Sie ist Olympiasiegerin 2008 über 200 Meter Freistil und sechsfache Weltmeisterin über 200 und 400 Meter Freistil. Fu inoltre protagonista come testimonial di diversi spot pubblicitari televisivi: nel 2010 per Enel[121] e successivamente per l'azienda Pavesi nella pubblicità dei biscotti Pavesini[122]. Ed è così che ai campionati Europei di Copenaghen di dicembre come gare individuali partecipa ai 100 m stile libero che conclude in settima posizione in finale, e ai 100 m dorso dove non si qualifica per la finale nuotando solo il decimo tempo delle semifinali. Before her are Helly Luv, Hera Hilmar, Alexandr Dolgopolov, Joe Cole, Alma, and Christine and the Queens. Oltre all'intitolazione fu realizzato, come da tradizione, il calco delle mani dell'atleta conservato al museo Kursaal della città[137]. Nuoto, amore e rock'n'roll, "FINA 50m-pool WORLD RECORDS (as of April 20, 2015)", "EUROPEAN RECORDS Long Course (50 m) WOMEN", FEDERICA PELLEGRINI - LA DIVINA DEL NUOTO AZZURRO, "Pellegrini, impresa d'argento l'oro le sfugge per 19 centesimi", "Riscatto di Federica Pellegrini: oro e record nei 200 sl. Due giorni più tardi gareggiò nella sua specialità: i 200 m. Si impose sin dalle semifinali vincendo la propria serie in 1'53"67 e facendo suo anche in questa gara il nuovo primato mondiale, inferiore di 0"80 al precedente realizzato a Riccione. A Lucas succedette Federico Bonifacenti che già l'aveva seguita dopo la morte di Castagnetti[56]. A native of Mirano, in the province of Venice, she holds the women’s 200 m freestyle world records (long course and short course), and won a Gold Medal at the 2008 Beijing Olympics. Inoltre, per i successi ottenuti ai Giochi Olimpici nel 2004 e nel 2008 venne insignita dei titoli di Ufficiale e successivamente di Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana.[8][9]. Abbassò il limite nei 200 m a 1'58"59, dal precedente 1'59"23, confermando la crescita e la possibile competitività a livello internazionale. In finale non riuscì a ripetere il tempo e si classificò seconda in 1’58"22. Nella prima distanza venne squalificata in semifinale per decisione del giudice spagnolo Alfonso Wucherfanning (presente anche nel caso di Loris Facci) che riscontrò una presunta partenza anticipata. A sorpresa si aggiudicò entrambe le distanze, realizzando nei 200 dorso la seconda prestazione italiana di sempre e mancando il record nazionale di Alessia Filippi per soli 0"02 centesimi[69]. Nelle prime tre frazioni nuotarono Alice Mizzau, Erica Musso e Chiara Masini Luccetti che diede il cambio a Federica con più di 3 secondi di ritardo dalle prime. Il 26 luglio, prima giornata di gare, disputò i 400 m nei quali vinse il primo oro mondiale in carriera con il nuovo record del mondo davanti alle inglesi Jackson e Rebecca Adlington. Federica Pellegrini è nata a Mirano il 5 agosto 1988. Due giorni più tardi fece suoi i 400 m vinti con il primo primato del mondo in 4'01"53, un tempo di 0"90 inferiore al record realizzato da Laure Manaudou in 4'02"13[29]. Nel corso della manifestazione fece parlare di sé per i risultati sportivi, ma anche per le proprie vicende sentimentali quando rese pubblica la fine della sua relazione con Luca Marin e la nascita di un nuovo rapporto con il compagno di nazionale Filippo Magnini[54] che la influenzerà nella scelta di tornare in Italia trasferendosi a Roma a casa del compagno e di affidarsi al suo stesso tecnico, Claudio Rossetto[55]. In seguito a questi fortunati Mondiali la Pellegrini decide di concedersi un anno sabbatico con allenamenti più blandi e parziale abbandono dei suoi amati 200 m stile libero. The approximate weight is in Kilograms- 65 kg in Pounds- 143 lbs. In questa rassegna tuttavia riesce a levarsi la soddisfazione di centrare la sua cinquantesima medaglia internazionale tra Olimpiadi, Mondiali ed Europei centrando il terzo posto nella finale della staffetta 4x100 m misti. Considerata la più grande nuotatrice italiana ed una delle più forti e longeve di sempre[3], in carriera ha preso parte a quattro rassegne olimpiche: la prima nel 2004 quando, solo sedicenne, conquistò la medaglia d'argento nei 200 m stile libero divenendo all’epoca la più giovane atleta italiana a salire su un podio olimpico individuale[4]. Come su indicazioni del suo tecnico nuotò su di un ritmo tranquillo accelerando nei secondi 200 m[53]. Federica Pellegrini, Actress: Italia's Got Talent. L'occasione per un'immediata rivincita si presentò ai mondiali di vasca corta tenutesi in a Windsor, Canada in dicembre. Alla fine dell'anno ancora riscontri positivi agli invernali in vasca corta: seconda nei 50 stile libero dietro a Cristina Chiuso in 25"10 e prima sia nei 100 m sia nei 200 con i nuovi primati italiani di 53"89 e 1'56"74. In novembre gareggiò ai campionati italiani in vasca corta di Trieste dove stabilì il nuovo primato italiano negli amati 200 stile in 1’56"15, qualificandosi così per gli europei che si sarebbero tenuti poco dopo nella stessa città. Federica Pellegrini (ur. 2009: La prima nuotatrice della storia che scese sotto i 4'00 nei 400 sl e sotto 1'53 nei 200. Il progetto fu avviato solo in parte, poiché troncato dall'improvvisa morte del tecnico, sebbene nel 2010 Federica si dichiarasse ancora intenzionata a continuare su questa strada[115]. Archiviati i 400 m si presentò ai blocchi per difendere l'oro nei 200 m stile libero, ma ancora una volta fu protagonista in negativo: 5º posto in 1'56"67[63]. Come ultima gara disputò i 400 m, cercando la doppietta europea che ancora non aveva realizzato. Nel 2004 la Pellegrini si affermò come la più forte stileliberista nazionale, vincendo 15 titoli italiani tra gare individuali e staffette. Alcuni giorni dopo ancora risultati di rilievo nella stessa gara, questa volta durante le fasi regionali di Coppa Brema in vasca corta quando ritoccò il proprio record italiano portandolo a 52"17[100]. Nelle tre edizioni dei Campionati italiani svoltesi quell’anno, Federica conquistò 12 titoli nazionali ottenendo le vittorie più significative ai primaverili quando si confermò nei 100, 200 e 400 m stile libero. Federica Pellegrini (Mirano, 5 agosto 1988) è una nuotatrice italiana, attuale detentrice del record del mondo dei 200 m e 400 m stile libero. Nella fase finale condusse la gara in progressione: partì in svantaggio assoluto sin dalla prima virata[73]; nei 100 m successivi recuperò portandosi in quarta posizione[73]; coprì l'ultima vasca in 29"07 recuperando altre due posizioni[73] e fermandosi al secondo posto in 1'55"14, a soli 0"33 centesimi dall'oro di Missy Franklin[73]. Due ori per l’Iron Lady", "Federica Pellegrini ha vinto l’oro nei 200 stile libero agli Europei", "Nuoto, Europei: Pellegrini quarta nei 400 sl. Abbassò, seppur di pochi centesimi, lo storico primato del 2002 della tedesca Franziska van Almsick, idolo sportivo di Federica[94]. Al contrario, l'allenatore Lucas aveva sempre insistito sin dal 2011 nella preparazione della doppia distanza. I de Olympiska sommarspelen 2004 vann Pellegrini silver på 200 meter frisim och fyra år senare förbättrade hon sitt resultat genom att vinna guld på samma distans. Facebook Twitter Pinterest Federica Pellegrini è nata a Mirano il 5 agosto 1988. Si riconfermò, dunque, come una delle più forti duecentiste nella storia del nuoto, a dieci anni di distanza dal primo successo. Come già annunciato, Federica decise di concedersi un "anno sabbatico" per ritrovare sé stessa e nuovi stimoli dopo la delusione olimpica[65]. Questo però non evitò il verificarsi di un nuovo cambio tecnico che da Rossetto[65] la riportò al francese Philippe Lucas[66]. In quell'anno la consueta rassegna continentale in vasca lunga venne anticipata a marzo per consentire agli atleti di riposarsi in vista dei Giochi Olimpici estivi. Before her are Fedez (1989), Riccardo Riccò (1983), Filippo Pozzato (1981), Nicolò Zaniolo (1999), Roberta Vinci (1983), and Daniele Nardello (1972). Federica Pellegrini - Federica Pellegrini is an Italian swimmer. 2008: La prima che infranse il muro dei 4'02 nei 400 e dell'1'55 nei 200 sl; l'unica italiana ad aver migliorato un record mondiale in più di una specialità. Mai così veloce: 1'55"00, Nuoto, Mondiali: Pellegrini e Magnini portano le staffette 4x100 in finale, uomini in zona podio, Dieci anni sul podio l'incanto di Federica ancora d'argento. Il mancato successo scaturì una forte reazione mediatica poiché, per la prima volta, perse il titolo nazionale. Nella stagione successiva si migliorò anche in vasca lunga con l'1'55"00 di Vichy (personale in tessuto) e la frazione da 53"15 nella staffetta 4x100 m stile libero agli invernali, fino a quel momento miglior frazione italiana all-time[86]. Federica Pellegrini, best known for being a Swimmer, was born in Mirano, Venice, Italy on Friday, August 5, 1988. Infine, in dicembre, stabilì l'ultimo record del mondo in carriera: 1'51"17 nei 200 sl in vasca corta[42]. Nei 400 m migliorò di circa 4 secondi il suo precedente personale agli europei di Helsinki[20] dove conquistò la medaglia d'argento ed i primati italiani nelle staffette, ma anche un deludente quinto posto nella finale dei 200 m. In vasca lunga Federica si riscattò l'anno seguente in marzo ai mondiali di Melbourne in cui disputò sia i 200 sia i 400 m. Nelle otto vasche migliorò il primato nazionale, concludendo la finale con un 5º posto in 4'05"79. Federica Pellegrini è nata a Mirano (Venezia), il 5 agosto 1988. Sulla scia dei risultati del meeting toscano si presentò ad Herning per la rassegna continentale in vasca da 25 m. Nei 200 m stile libero tornò al successo dopo quattro anni di assenza in 1'52"80[77] e, dopo le delusioni di Londra, si ripresentò anche nei 400 nei quali si classificò terza alle spalle di Mireia Belmonte e Lotte Friis in 3'58"90[78]. Notte così così, con 37.7 di febbre, mi sembrava che mi stessero trapanando la testa. 2015: Superò quota 100 titoli nazionali, unica atleta italiana a raggiungere tale traguardo. Ai Mondiali anche Orsi, Paltrinieri e Mizzau", "Nuoto, Primaverili: Pellegrini più veloce dei dubbi sui 200 sl, ma rinuncia alla finale", Fede, l'ultima meraviglia. L'impresa le valse anche un altro record, poiché nessun atleta azzurro prima di lei riuscì mai a stabilire un primato mondiale ai campionati italiani. Video, La Pellegrini migliora sé stessa Nuovo record mondiale sui 200 sl, Pescara, Federica Pellegrini record mondiale sui 400 sl, La Pellegrini trionfa ancora: record e altro oro nei 200 sl, Pellegrini subito d'oro È mondiale dei 400 sl, L'Italia ha Fede: oro anche nei 200. Terminò la propria rassegna olimpica come frazionista della 4×200 m stile libero, che si fermò al 4º posto con il nuovo record europeo di 7'49"76 (frazione 1'54"98). In questa distanza non era più la primatista mondiale dal 16 marzo, giorno in cui l'inglese Joanne Jackson migliorò il suo crono stabilito agli europei del 2008. La delusione fece presagire l'annuncio del suo ritiro dalle attività agonistiche, ma in settembre Federica confermò la propria determinazione nel voler dedicarsi al nuoto fino ai Giochi di Tokyo 2020[107]. Ai campionati del mondo è anche l'atleta più vincente in una stessa gara grazie ai 4 ori, 3 argenti e 1 bronzo conquistati in otto diverse edizioni: dalla rassegna di Montréal 2005 a quella di Gwangju 2019, infatti, è sempre salita sul podio nei 200 m stile libero[7]. Reduce da un'operazione al cuore avvenuta in settembre, trascorse il periodo di convalescenza supportato da Federica che, per potergli stare accanto, posticipò il viaggio negli Stati Uniti[41]. Inoltre, era la campionessa olimpica in carica dei 200 m stile libero e i due titoli mondiali ottenuti solo un anno prima a Shanghai avevano dato conferma della sua competitività facendo ben sperare in un riscatto del quinto posto nei 400 m stile libero delle olimpiadi di Pechino. Explore Federica Pellegrini's biography, personal life, family and real age. Rispetto all'1'54"82 di Pechino, in meno di un anno la ragazza si migliorò di quasi 2 secondi divenendo la prima e unica donna capace di scendere al di sotto dell'1'53. Per la quarta volta consecutiva si confermò leader europea della distanza, un'impresa senza precedenti[102]. Ottenne risultati positivi anche nei 100, centrando la prima finale mondiale chiusa in quinta posizione[109]. Proprio in questa distanza ha ottenuto i risultati più importanti, divenendo una delle più forti duecentiste della storia del nuoto. Federica Pellegrini (Mirano, 5 agosto 1988) è una nuotatrice italiana specializzata nello stile libero. I primi riscontri positivi arrivarono ai mondiali in corta di Doha nei quali, nonostante la débâcle nei 200 m stile libero chiusi solo al 5º posto[84], realizzò la sua frazione più veloce di sempre in 51"76[85]. Federica Pellegrini was born on August 5, 1988 in Mirano, Venice, Veneto, Italy. Il titolo, inoltre, le consegnò la doppietta 200–400 m stile libero, impresa riuscita in precedenza solo a Laure Manaudou e alla tedesca dell'Est Heike Friedrich[38]. Nel mese di ottobre morì Alberto Castagnetti all'età di 66 anni. At the 2009 World Championships in Rome, Pellegrini became the first woman ever to break the 4 minute barrier in the 400 m freestyle with a time of 3:59.15.Pellegrini is the only swimmer − male or female − to have won eight medals in a row in the same event (200 meters freestyle) at the World Championships. La nuova guida tecnica non durò a lungo e si concluse dopo appena tre mesi a sole due settimane dagli europei di Stettino (nei quali fu 3ª nella 4x50 m stile libero e 4ª nei 400 m[57]). Per fare ciò si avvicinò a nuove specialità e cambiò il metodo di preparazione atletica. Con l'aiuto di Matteo Giunta cominciò una nuova programmazione e preparazione atletica: una sola seduta in acqua al giorno, alla mattina; due volte alla settimana corsa su pista e per altri tre pomeriggi palestra e pesi[67] per riacquistare tono muscolare e rendere così più forte la bracciata. Un anno dopo strappò a Laure Manaudou quello nei 400 m in 4'01"53[29] e divenne primatista dei 200 sl anche in corta migliorando di 1"33 il tempo di Coralie Balmy. Agli assoluti primaverili si cimentò quindi nei 100 e 200 m dorso e dichiarò di non voler disputare i 200 m stile libero ai mondiali di Barcellona[68].