2, comma 26, della L. 8 agosto 1995, n. 335. Qualora nel corso dell'anno si verifichi un trasferimento dalla gestione commercianti alla gestione artigiani o viceversa, oppure, pur permanendo l'obbligo di versamento nella stessa gestione, venga attribuito dall'INPS un nuovo codice azienda a seguito di trasferimento dell'attività in altra provincia, e quindi si compilano quadri RR distinti, ognuno riferito alla singola gestione o codice azienda, il rigo RR4 deve essere compilato una sola volta nel primo modulo e comprendere i dati delle due gestioni o dei vari codici azienda. In quest’ultimo caso, la somma dell’interesse corrispettivo deve essere versata separatamente dai contributi, utilizzando le seguenti causali contributo: A darne notizia è l’INPS, con la circolare n. 90 del 17 giugno 2019. Qualora nel corso dell'anno si verifichi un trasferimento dalla gestione commercianti alla gestione artigiani o viceversa, oppure, pur permanendo l'obbligo di versamento nella stessa gestione, venga attribuito dall'INPS un nuovo codice azienda a seguito di trasferimento dell'attività in altra provincia, devono essere compilati due distinti quadri, ognuno riferito alla singola gestione o al singolo codice azienda. Quadro RR modello Redditi 2017: con la circolare n. 104 del 23 giugno 2017 l’Inps fornisce le istruzioni per la compilazione del quadro della dichiarazione dei redditi relativo ai contributi Inps artigiani, commercianti e professionisti iscritti alla Gestione Separata Inps e le regole sui versamenti di saldo 2016 e acconto 2017 dei contributi dovuti. contributo soggettivo) presso le Casse; i professionisti che anche se producono redditi di lavoro autonomo, sono assoggettati per l’attività professionale ad un'altra forma di previdenza assicurativa. Nel documento di prassi sono state fornite le istruzioni operative per la compilazione del Quadro RR del modello REDDITI PF 2019 obbligatorio per gli iscritti alle gestioni speciali degli artigiani ed esercenti attività commerciali, i liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata INPS (cd. Il quadro RR del modello Redditi 2019 Pf deve essere compilato dai soggetti iscritti alle gestioni dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli artigiani e degli esercenti attività commerciali e terziario, nonché dai lavoratori autonomi “cd. La presente sezione deve essere compilata dai lavoratori autonomi che svolgono attività di cui all'art. 2, co. 26 della L. n. 335/1995). svolgono attività di cui all’art. - eDotto.com – Edicola del 3 giugno 2019 - Dichiarazione redditi 2019: nuova Guida delle Entrate per le persone fisiche – Moscioni. Sede legale: Via Angelo Morettini, Snc - 06034 Foligno (PG) | i professionisti che sono obbligati al versamento della contribuzione obbligatoria previdenziale (cd. devono essere riportati tutti i redditi da lavoro autonomo (in questo campo devono essere riportati tutti i redditi da lavoro autonomo determinati nel quadro RE – RH e/o le indennità corrisposte ai giudici di pace e ai vice procuratori onorari indicate nel rigo LM sezione I o II e/o RL26 con codice 2 indicato nella colonna 1); amministratori locali di cui all'art. Istruzioni per la compilazione del quadro RF 10 ... Istruzioni per la compilazione 2019. n è stato inserito un nuovo prospetto denominato “Aiuti di Stato”, che deve essere compilato dai soggetti che indicano nella presente tel. Qualora si modifichi in corso d'anno la misura dell'aliquota contributiva da applicare (ad esempio dal 25,72% al 24%) per l'inizio, ad esempio, di un concomitante rapporto di lavoro subordinato a decorrere dal mese di maggio, devono essere compilati più moduli. n. 27759 del 31 gennaio 2020, ha approvato il modello “Redditi 2020-PF” per il periodo d’imposta 2019, nel quale è compreso il Quadro RR obbligatorio per gli iscritti alle Gestioni speciali degli artigiani e commercianti (sezione I) e per gli iscritti alla Gestione separata INPS liberi professionisti (sezione II). Chiarimenti Entrate, Direttive Ue in materia di e-commerce in consultazione, Spese legali a imputato assolto, professionisti con esonero contributi, Collaboratori familiari e rapporto di lavoro subordinato, Processi amministrativi, proroga norme emergenziali, Premio INAIL, nuovi limiti dal 1° luglio 2020, Dogane su Brexit: dazio zero con dichiarazione di origine preferenziale Ue, Plafond Iva per il commissionario stabilito nel Regno Unito ma identificato in Italia, Copia esecutiva telematica di sentenze e provvedimenti giudiziali, INPS - CIRCOLARE N. 90 DEL 17 GIUGNO 2019, DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N. 917 DEL 22 DICEMBRE 1986 (TUIR), DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N. 435 DEL 7 DICEMBRE 2001. contributi previdenziali dovuti da artigiani e commercianti (sezione I); contributi previdenziali dovuti dai professionisti iscritti alla Gestione separata INPS (sezione II). n. 435/2001. Per i lavoratori privi di anzianità contributiva alla data del 31 dicembre 1995, iscritti a decorrere dal 1° gennaio 1996, il minimale deve essere rapportato ai mesi, mentre il massimale, stabilito in euro 102.543 non può essere rapportato ai mesi di attività. Il Collaboratore di Studio 6 NIB Novità in breve UTILIZZO DEL PLAFOND Principio di diritto Agenzia delle Entrate n. 14 del 9 aprile 2019 Nel principio di diritto n. … Nel rigo RR1 riportare il codice azienda attribuito dall'Inps (otto caratteri numerici e due alfabetici). Soc. l) diversi quali lavoro autonomo occasionale). Per effettuare la compensazione occorre compilare uno o più righi di uno o più modelli F24, indicando: Anche per i liberi professionisti iscritti alla Gestione Separata INPS è possibile portare in compensazione l’eventuale importo risultante a credito ed esposto al rigo RR8 colonna 4 del Quadro RR sez. Per coloro che svolgono l'attività di affittacamere e per i produttori di assicurazione di terzo e quarto gruppo non opera il minimale ma solamente il massimale. Per quest’anno, quindi, i predetti soggetti devono versare: Si ricorda che l’importo contributivo dovuto può essere versato anche dopo la data dell’1 luglio 2019, purché vi si provveda entro il 31 luglio 2019, versando una maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo, così come previsto dall’art.17, co. 2, del Dpr. 53, comma 1, del TUIR, tenuti al versamento dei contributi previdenziali alla Gestione separata ex art. Nel caso in cui il titolare dell'impresa familiare abbia adottato il "regime di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (art. del 4 Maggio 1999, Convenzioni contro le doppie imposizioni stipulate dall'Italia ed attualmente in vigore. I redditi denunciati con i flussi Emens concorrono alla formazione del massimale annuo e non devono essere superiori a euro 15.878; per i mandati inferiori all'anno la somma deve essere rapportata a mese; parasubordinati, quindi i redditi soggetti a gestione separata e denunciati con EMENS: sono sommati i redditi percepiti e soggetti al contributo della Gestione separata di cui all'art. Il rigo RR4 è riservato alla indicazione del totale dei crediti. II del modello REDDITI 2019, indicando il 2018 come periodo di riferimento in F24, sia con la contribuzione dovuta nella Gestione Separata INPS (relativa alla somma da versare come acconto 2019) che con altri tributi. 59, comma 15, L. 449/97. Ad esempio: un lavoratore dipendente che possiede anche redditi di fabbricati, utilizza, oltre al frontespizio, anche il quadro ... Istruzioni per la compilazione 2019. Per i soci delle S.r.l. 1. istruzioni per la compilazione del quadro rr 32 2. istruzioni per la compilazione del quadro rW 38 3. istruzioni per la compilazione del quadro ac 42 III. Il titolare dell'impresa deve esporre prima i dati relativi alla propria posizione e, successivamente, i dati relativi ai collaboratori e pertanto l'importo indicato nella colonna 3 del rigo RR2 è comprensivo dell'importo indicato in questa colonna. A titolo esemplificativo, devono essere indicati gli immobili situati all'estero o i diritti reali immobiliari (ad esempio, usufrutto o nuda proprietà) o quote di essi (ad esempio, comproprietà o multiproprietà), gli oggetti preziosi e le opere d'arte che si trovano fuori del territorio dello Stato, le imbarcazioni o le navi da diporto o altri beni mobili detenuti e/o iscritti nei pubblici registri esteri, nonch… circ. No, dal lunedì al venerdì: 9 - 17; sabato: 9 - 13; (festività nazionali escluse). La base imponibile per il calcolo dei contributi previdenziali è costituita, per ogni singolo soggetto iscritto alla gestione assicurativa, dalla totalità dei redditi d'impresa posseduti per l'anno 2019. Per la contribuzione risultante a credito e non utilizzata in compensazione, il professionista deve presentare istanza di rimborso tramite il proprio cassetto previdenziale; mentre le somme a credito riferite ad anni di imposta precedenti rispetto all’anno 2017, non devono essere esposte in dichiarazione ma devono essere richieste a rimborso oppure con istanza di autoconguaglio. Cap. La casella "Attività particolari" (colonna 2) deve essere compilata con le seguenti modalità: Il rigo RR1 colonna 3 è riservato ai soci lavoratori di s.r.l. 1 comma 111 della legge 28 dicembre 2015, n. 208. a colonna 11, indicare i contributi IVS dovuti sul reddito minimale, calcolati, applicando al reddito indicato nella colonna 10, le aliquote stabilite per la gestione di appartenenza (artigiani o commercianti) al netto di eventuali riduzioni indicate a colonna 7. Il Modello Redditi si suddivide in diverse tipologie, tra cui quello per le persone fisiche e serve per la dichiarazione dei redditi annuale. Gli importi eventualmente risultanti a credito della presente sezione possono essere utilizzati in compensazione mediante modello F24 indicando come periodo di riferimento esclusivamente l'anno 2019 (circ. QUADRO RR – Contributi previdenziali GENERALITÀ. Si precisa, al riguardo, che non sono tenuti all'iscrizione alla gestione separata istituita presso l'INPS e, quindi, alla compilazione del presente quadro e al calcolo dei relativi contributi, i professionisti che sono obbligati al versamento della contribuzione obbligatoria previdenziale (cd contributo soggettivo) presso le Casse di cui ai decreti legislativi n. 509/94 e n. 103/96 e chi, pur producendo redditi da lavoro autonomo, sia assoggettato, per l'attività professionale, ad altre forme assicurative (quali ad esempio ostetriche iscritte alla gestione dei commercianti o i maestri di sci). 2 infortunio grave 25 maggio 2001 per i quali sono stati dagli enti competenti versati i contributi alla Gestione separata come quote forfetarie. Per le modalità di calcolo degli acconti, vedere in APPENDICE, la voce "INPS - Modalità di calcolo degli acconti". 53, co. 1, Dpr. Nel caso emerga un credito, deve altresì indicare la parte che intende chiedere a rimborso e quella che vuole utilizzare in compensazione. 3 calamità naturale. 30 della Circ. Il presente quadro deve essere compilato dai soggetti iscritti alle gestioni dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli artigiani e degli esercenti attività commerciali, nonché dai liberi professionisti iscritti alla gestione separata di cui all'art. I contribuenti che decidono invece di versare la contribuzione dovuta, nel periodo “2 luglio - 31 luglio 2019”, sono tenuti sempre ad applicare sulle somme dovute la maggiorazione dello 0,40%.